20 milioni di euro per la Sanità. Coletto: “Rinnovare senza sprecare”

Nuovi investimenti in sanità per un totale di 20 milioni 269 mila euro sono stati
decisi dalla Giunta regionale del Veneto che, su proposta dell’Assessore Luca Coletto,
ha approvato una delibera con la quale vengono recepiti i pareri favorevoli, alcuni con
prescrizioni, espressi dalla Commissione Regionale per l’Investimento in Tecnologia
ed Edilizia – CRITE.
Le Ulss interessate sono la 1 Dolomiti, la  2 Marca Trevigiana, la  3
Serenissima, la  4 Veneto Orientale, la  7 Pedemontana e le Aziende
Ospedaliere Universitarie di Padova e Verona.
“Ogni progetto – fa notare Coletto – è stato sviscerato e valutato sul piano tecnico in
ogni suo aspetto, perché in Veneto la parola d’ordine è non sprecare nemmeno un
euro, continuando a investire in tecnologie nuove e nell’ammodernamento delle
strutture. A questo obbiettivo, ogni anno dedichiamo ben 70 milioni di euro, il che, con
i tagli che arrivano annualmente dal Fondo Sanitario Nazionale, e senza Irpef
regionale sulla sanità (unici in Italia), è un mezzo miracolo che si perpetua”.
Ecco di seguito il dettaglio degli interventi finanziati:
Ulss 1 Dolomiti – 459.416,80 euro per il servizio di conduzione, gestione,
manutenzione completa degli impianti di movimentazione verticale e obliqua di
qualsiasi tipo installati negli edifici.
Ulss 2 Marca Trevigiana – 1.100.000 euro per acquisire un sistema di angiografia da
destinare all’Uoc di Neuroradiologia del Distretto di Treviso; 296.000 euro per la
sostituzione di un telecomandato radiologico per la Uoc di Radiologia Diagnostica di
Treviso.
Ulss 3 Serenissima – 470.820 euro per l’acquisto di un simulatore Tac per l’ospedale
di Mestre; 216.000 euro per l’acquisto di un’apparecchiatura radiologica digitale
diretta per l’ospedale di Mirano.
Ulss 4 Veneto Orientale – 230.000 euro per adeguamenti tecnologici per il
Dipartimento Materno Infantile per la riapertura del Punto nascita all’ospedale di
Portogruaro.
Ulss 7 Pedemontana – 8.421.029 euro per l’adeguamento dell’ospedale di Asiago
con sostituzione volumi esistenti – attivazione struttura; 4.111.435 euro per l’adesione
alla convenzione Consip per i servizi di manutenzione e gestione di sistemi IP e
postazioni di lavoro.
Azienda Ospedaliera di Padova – 625.000 euro per fornitura aggiornamento
tecnologico per due angiografi e un ecografo: 1.070.000 euro per la fornitura di
incubatrici e isole neonatali per Patologia Neonatale, Nido, Terapia Intensiva
Pediatrica, cardiochirurgia e sale parto: 540.000 euro per la fornitura della
strumentazione endoscopica a seguito del furto perpetrato tempo addietro da destinare
alla Piastra Endoscopica; 250.000 euro per l’acquisto di un nuovo sistema storage
NAS per Disaster Recovery; 1.100.000 euro per la fornitura in convenzione Consip di
1.800 Pc Desktop completi di monitor.
Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona – 1.391.795 euro per il
rinnovo della fornitura annuale di sistema di assistenza ventricolare a lievitazione
magnetica a flusso centrifugo.


 

Rispondi