Autonomia, Zaia al governo: il Veneto vuole competenze anche sulla Sanità

di Giorgio Gasco*

Su un punto non si transige: la trattativa sarà su tutte le 23 materie, quelle previste dalla Costituzione in tema di autonomia. Luca Zaia non intende fare sconti. La conferma viene dalla lettera inviata dal governatore del Veneto al sottosegretario agli Affari regionali, Gianclaudio Bressa. Nello scritto, il leghista esprime “un vivo ringraziamento per la disponibilità ad un positivo confronto” dimostrata dal governo per conto del dem Bressa. Ma il mandato ricevuto dal Consiglio regionale lo scorso novembre, spiega Zaia, parla chiaro e ha come oggetto la richiesta da parte del Veneto delle competenze su tutte le 23 materie costituzionali. E’ il perno, è il ragionamento del governatore, attorno al quale gira la trattativa con il governo per dare seguito concreto al referendum sull’autonomia del 22 ottobre scorso. Per contro il presidente conferma “quanto pattuito” la scorsa settimana durante il primo incontro regione-governo e cioè la disponibilità del Veneto di avviare il confronto partendo dalle materie (sicurezza sul lavoro, istruzione, ambiente e rapporti con l’Unione Europea)) e sulle quali stanno già lavorando Emilia Romagna e Lombardia e il sottosegretario Bressa. Con l’aggiunta, però, della sanità sulla quale la regione ha già titolarità ma non può agire sulla scelta della dirigenza. Sulla priorità di restanti capitoli “le priorità – annuncia il governatore – saranno indicate dalla Regione durante lo svolgersi delle trattative, secondo una cadenza che dipenderà da come procederà il confronto con il governo”. Alla lettera a Bressa, il presidente Zaia allega una scheda (pubblicata di seguito) che riempie di contenuti i capitoli riferiti alle singole competenze che il Veneto chiede.

Zaia ripete che confida nella possibilità che per fine legislatura (il prossimo anno si voterà per le elezioni politiche) sia possibile raggiungere un intesa-quadro con l’attuale governo, così da lasciare l’eredità al prossimo così che quanto pattuito non possa essere cambiato dal prossimo esecutivo.

ARTICOLO 1 E RELATIVI ALTRI ARTICOLI DEL PDLS N. 43

Articolo 1, comma 1, PDLS 43 Altri articoli PDLS 43
A-l) “Norme generali sull’istruzione” Art. 3 – Norme generali sull’istruzione Art. 5 – Disciplina relativa al personale delle istituzioni scolastiche regionali.
A-2) “Tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali” Art. 7 – Tutela dell’ambiente e dell’ecosistema Art. 8 – Tutela dei beni culturali.

Art. 10 – Tutela paesaggistica.

Art. 11 – Valutazione di impatto ambientale.

Art. 12 – Pesca e acquacoltura.

Art. 13 – Riconoscimento delle acque minerali naturali

Art. 14 – Ulteriori funzioni regionali in materia di tutela dell’ambiente.

A-3) “Organizzazione della giustizia di pace” Art. 15 – Organizzazione della Giustizia di pace
B-l) “Tutela della salute” Art. 16 – Tutela della salute
B-2) “Istruzione” Art. 4 – Ulteriori competenze regionali in materia di istruzione.

Art. 6 – Finanziamento delle scuole paritarie

B-3) “Ricerca scientifica e tecnologica e sostegno all’innovazione per i settori produttivi” Art. 17 – Ricerca scientifica e tecnologica e sostegno all’innovazione per i settori produttivi. Art. 18 – Ricerca scientifica e tecnologica nel raccordo con il sistema universitario regionale. Art. 19 – Fondo rotativo per il sostegno alle imprese.

Art. 20 – Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese

Art. 21 – Sostegno all’imprenditoria giovanile. Art. 22 – Accreditamento delle agenzie per le imprese.

Art. 23 – Sistema camerale regionale

B-4) “Governo del territorio” Art. 24 – Governo del territorio.

Art. 25 – Edilizia scolastica.

Art. 26 – Gestione e riduzione del rischio sismico.

 

 

Art. 27 – Infrastrutture viarie.

Art. 28 – Rete autostradale regionale.

Art. 29 – Regionalizzazione della Agenzia del Demanio.

Art. 30 – Regionalizzazione delle Soprintendenze Archeologiche, belle arti e paesaggio.

Art. 31 – Funzioni in materia di demanio marittimo e salvaguardia della Laguna di Venezia

B-5) “Valorizzazione dei beni culturali e ambientali e promozione e organizzazione di attività culturali” Art. 9 – Valorizzazione dei beni culturali e ambientali e promozione e organizzazione di attività culturali.
B-6) “Rapporti internazionali e con l’Unione europea della Regione” Art. 32 – Rapporti internazionali e con l’Unione europea della Regione Veneto
B-7) “Protezione civile” Art. 33 – Protezione civile

Art. 34 – Strutture periferiche del Corpo dei

Vigili del Fuoco

B-8) “Coordinamento della finanza pubblica e

del sistema tributario”

Art. 35 – Coordinamento della finanza locale e potestà tributaria regionale.

Art. 36 – Fondo di garanzia per le opere pubbliche.

Art. 37 – Regionalizzazione delle operazioni di capitalizzazione svolte dall’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA).

Art. 38 – Devoluzione di una quota del finanziamento statale ad AGEA.

B-9) ” Commercio con l’estero” Art. 39 – Commercio con l’estero
B-10) “Tutela e sicurezza del lavoro” Art. 40 – Rafforzamento del sistema regionale

dei servizi per il lavoro, nonché delle funzioni

regionali in materia di collocamento e di

incentivi all’assunzione

Art. 41 – Istituzione del fondo regionale per la

cassa integrazione guadagni e le politiche

passive

Art. 42 – Rafforzamento del ruolo della Regione del Veneto nel controllo e nella gestione dei flussi migratori per ragioni economiche Art. 43 – Tenuta e vigilanza dell’Albo delle società cooperative

 

B-ll) “Professioni” Art. 44 – Attribuzione di competenze in materia di professioni e di professioni non organizzate.
B-12) “Alimentazione” Art. 45 – Funzioni ispettive in materia

agroalimentare

Art. 46 – Prodotti biologici

B-13) “Ordinamento sportivo” Art. 47 – Sviluppo del sistema sportivo regionale e promozione territoriale
B-14) “Porti e aeroporti civili” Art. 48 – Competenza sulla nomina del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Art. 49 – Porti e aeroporti Art. 50 – Costituzione di una Zona Franca
B-15) “Grandi reti di trasporto e di navigazione” Art. 51 – Trasporto pubblico locale
B-16) “Casse di risparmio, casse rurali, aziende di credito a carattere regionale” Art. 52 – Competenze della Regione. Art. 53 – Sostegno al credito regionale
B-17) “Enti di credito fondiario ed agrario a carattere regionale” Art. 54 – Ordinamento degli enti di credito fondiario e di credito agrario
B-18) “Ordinamento della comunicazione” Art. 55 – Coordinamento informatico.

Art. 56 – Sistema regionale delle comunicazioni, sostegno al sistema dell’informazione locale e promozione delle comunicazioni di rilevanza civile e sociale

B-19) “Produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia” Art. 57 – Funzioni in materia di produzione, trasporto e distribuzione di energia.

Art. 58 – Regionalizzazione del gettito dell’accisa sul gas naturale rigassificato nel territorio del Veneto.

Art. 59 – Prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi.

Art. 60 – Lavorazione e stoccaggio degli oli minerali.

Art. 61 – Necessità della intesa con la Regione per la localizzazione degli impianti di incenerimento

Art. 62 – Divieto di attività estrattive nel Golfo di Venezia

B-20) “Previdenza complementare e Art. 63 – Previdenza complementare.

 

integrativa” Art. 64 – Istituzione del Fondo regionale per il
sostegno delle responsabilità familiari

 


*Giornalista

 

Rispondi