Città della Speranza, al via gli incontri per i volontari

Favorire lo scambio di conoscenze e offrire strumenti metodologici più mirati per la raccolta fondi a sostegno della ricerca scientifica. È questo l’obiettivo del corso di formazione che Fondazione Città della Speranza organizza per i propri volontari. L’iniziativa è stata annunciata questa mattina in Istituto di Ricerca a Pediatrica a Padova, dove i tanti donatori di tempo attivi principalmente in Veneto – oltre un centinaio quelli che hanno potuto partecipare – hanno ricevuto il grazie della Fondazione per l’impegno profuso nelle attività di raccolta fondi. Impegno che si è fatto sentire particolarmente in occasione del periodo prenatalizio con il confezionamento di pacchetti regalo nei negozi, la preparazione e distribuzione di gadget (panettoni, pandori, valigette, scatole, cassettine), i banchetti di stelle di Natale e molto altro.

“State costruendo qualcosa di vostro e soprattutto state aiutando la ricerca sia perché si facciano passi avanti, sia per far rimanere i ricercatori in Italia”, ha detto il presidente Franco Masello. E a proposito del valore della ricerca, hanno portato la loro testimonianza le dott.sse Lara Mussolin, Federica Lovisa, Anna Garbin ed Emanuela Giarin del laboratorio di Oncoematologia pediatrica.

Due sono gli incontri di formazione per i volontari in programma in contemporanea in IRP a Padova e a Vicenza (sede da definire). Si terranno nei sabato 17 e 24 febbraio dalle ore 10 alle 13. A condurli saranno gli esperti di fund and people raising Luciano Zanin e Laura Lugli. La partecipazione è gratuita. Per iscriversi, contattare la segreteria allo 0445 602972.

Un momento conviviale e all’insegna del gusto ha concluso la mattinata, grazie alla pizza preparata dal campione Maurizio Toffoli e ai prodotti offerti da Mymenu (con la collaborazione di Ristorante Cinese Shanghai, G-Italian Street Food, Pizzeria Mandrillo, Tartare18), Birra Antoniana e Azienda Agricola Tre Comuni.

Rispondi