Il Flash. Politici, bugie e onestà intellettuale

di Robin

Onestà intellettuale significa non credere alle proprie bugie. Al politico che mente sapendo di mentire rimane chiara la distinzione tra il bene e il male. Pur corrotto dallo smodato desiderio di potere, si concede la possibilità di conoscere se stesso e quindi di ritornare sulla retta via. Questa possibilità è preclusa al peggior genere di bugiardi: gli opportunisti incalliti che credono alle proprie menzogne affermando tutto e il suo contrario. Unica loro fede è il proprio tornaconto.

Altri, meno colpevoli ma altrettanto privi di dignità, mentono senza volerlo e saperlo, per leggerezza. Come coloro che diffondono le fake news ritenendole vere senza verifica e senza alcun rispetto per la verità. O fanno promesse esagerate illudendo gli ingenui per eccesso di narcisismo, supponenza e opportunismo.

I politici operano come avvocati di parte, quindi giustamente difendono in tutti i modi leciti una determinata causa. Nel momento in cui assumono questo ruolo, anche se sono accademici o magistrati, non possono più considerarsi al di sopra delle parti. In quel che affermano cova sempre il sospetto che giovi alla parte scelta.

Una persona onesta, lo è prima di tutto con se stessa, sapendo che non è affatto facile dirsi la verità. Pur schierandosi per una parte e sostenendola con tutte le proprie forze per spirito di squadra, non supera i limiti di alcuni principi inderogabili. In coscienza si sforza di distinguere quando agisce con coerenza da quando invece è costretto a qualche necessaria deroga o a una interpretazione “pro domo sua” o del proprio partito. Solo così può tornare sui suoi passi al più presto ammettendo la partigianeria a se stesso oltre che agli altri.

Mentire a se stessi invece dimostra la fragilità o l’assenza di coscienza: chi crede alle proprie bugie è il nulla più assoluto perché per opportunismo rinuncia alla propria esistenza come essere umano dotato di libero arbitrio. Si comportano così i politici “quaquaraquà” che cambiano molte volte idea e bandiera. Chi ha radicato l’opportunismo nel profondo dell’animo e crede alle proprie bugie, non vale nulla ed è irrecuperabile. Nemmeno quando si troverà a bruciare all’inferno si renderà conto del perché.


 

 

 

Rispondi