Boom di turisti, Pasqua e Pasquetta col pienone

Pasqua 2018: per Federalberghi Veneto un bilancio positivo, dalla montagna al mare, dalle città d’arte alle terme, al lago di Garda.

L’occupazione media delle camere negli hotel di tutte le destinazioni è stata dell’85% circa, con punte del 100% alle terme di Abano-Montegrotto. Tra le città d’arte, Venezia e Verona sono state letteralmente prese d’assalto, con il trasporto lagunare messo a dura prova da una folla colossale di turisti, le autostrade verso le spiagge e la montagna intasate per l’esodo della Pasquetta, e i parcheggi pieni nelle città d’arte.

“è andata bene, anche se come spesso ultimamente assistiamo sempre più a un turismo di quantità che di qualità – commenta il presidente regionale di Confturismo e di Federalberghi Veneto Marco Michielli – L’immagine dei turisti che ieri ballavano nudi a un passo da Rialto la dice lunga. Per non parlare di quelli assiepati lungo le rive dei canali o sulla scalinata della stazione di Santa Lucia, tutti a banchettare allegramente spargendo rifiuti”.

“Tornando a più edificanti argomenti, le Dolomiti venete hanno regalato due intere giornate di splendido sole e la neve caduta in montagna ha favorito l’arrivo di molti turisti, con Cortina che si conferma regina, e che avrà le piste aperte fino a maggio – prosegue Michielli – In barba ai meteo-terroristi che avevano annunciato acqua alta a Venezia e pioggia in altre località, il bel tempo ha fatto registrare il sold out in tutte le località, spiagge comprese, con Jesolo che ha visto aperti 78 hotel, Sottomarina e Chioggia al completo”.

Secondo uno studio di Federalberghi, la spesa media pro-capite dei turisti è stata di circa 350 euro e, come sottolinea il presidente di Federalberghi Veneto, circa il 60% ha prenotato la stanza rivolgendosi direttamente alla struttura. “è il primo segnale che la tendenza si sta invertendo – conclude Michielli – I consumatori stanno finalmente capendo che la prenotazione diretta nei siti degli alberghi, o via telefono, è più conveniente rispetto a quella fatta nei grandi portali”.


 

Rispondi