Vinitaly, il presidente Zaia tra “prova del palloncino” e buone pizze

“Bere responsabile: ho aderito volentieri all’invito dell’inviato di Striscia la Notizia Charlie Gnocchi, a fare la prova del palloncino per l’alcol. Il test, effettuato alle 16 dopo otto ore di fiera, è rimasto a zero”.

Lo ha detto il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, che, oggi al Vinitaly in corso a Veronafiere, si è sottoposto di buon grado alla prova del “palloncino” propostagli dall’inviato Charlie Gnocchi, alias “Mister Neuro”. “Ma questo non significa non bere buon vino – ha aggiunto il Governatore – perchè bere responsabile significa degustare senza esagerare e senza rischi, per esempio facendo guidare chi non ha bevuto”.

Un buon vino può abbinarsi egregiamente anche a una buona pizza, ancor di più se il vino è ottimo e la pizza è “iridata”.

ZAIA MIOZZO PIZZA 2

Ecco che oggi, allo stand della Regione del Veneto al Vinitaly, in corso a Veronafiere, è stato protagonista Stefano Miozzo, il pizzaiolo veneto dell’Antica Hostaria al Borgo di Cerea (Verona), eletto campione del mondo appena qualche giorno fa nella categoria “pizza classica”, accolto con tutti  gli onori dal Presidente della Regione Luca Zaia.

Miozzo, con un assistente d’eccezione come Zaia,  a sua volta impegnato con impasti e mozzarelle, ha preparato, con grande successo, pizze per visitatori ed espositori.

Per l’occasione, allo stand è stato allestito un forno professionale in piena regola.

 

Rispondi