Arriva il caldo, attivo il piano operativo della Regione: attenzione a bambini e anziani

di Lucio Lonardelli*

“Per contrastare gli effetti delle ondate di calore del periodo estivo la Regione Friuli Venezia Giulia ha previsto un piano articolato che va dalla prevenzione all’eventuale gestione dell’emergenza che coinvolge tutta la popolazione e, in particolare, i soggetti più fragili. Un modello di gestione che ci porta all’avanguardia a livello nazionale per questo genere di emergenze”.

Lo ha dichiarato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, ricordando il Piano informativo – operativo messo in atto dalla Regione e in piena attività in questi giorni, classificati come critici per le temperature molto elevate.

Per quanto riguarda la prevenzione, a partire ancora dal 1° giugno e fino al 31 agosto, una campagna di informazione raggiunge tutte le farmacie, i distretti sanitari e gli ospedali, con materiale informativo che educa i cittadini a una corretta gestione dei momenti più critici delle ondate di calore.

 

I depliant e le locandine informano sui corretti comportamenti da adottare per affrontare il caldo estivo, rivolgendosi particolarmente ad anziani, bambini e a chi soffre di patologie respiratorie e cardiache. Accanto alle indicazioni per una corretta gestione del caldo, sono indicate anche le procedure per affrontare l’insorgenza di disturbi da colpo di calore.

In più vi è l’indicazione del numero del call center salute sociale (0434 223522) al quale rivolgersi per maggiori informazioni. Ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18, il sabato dalle 9 alle 12 (costo di una chiamata urbana del proprio operatore) si possono ricevere consigli sui corretti comportamenti da tenere in caso di ondate di calore e informazioni sulla rete dei servizi sociosanitari.

Dal punto di vista della gestione pianificata dell’emergenza, anche grazie all’accordo con Televita, circa 1.200 persone ad elevato rischio di fragilità, individuate sul territorio regionale attraverso la segnalazione dei medici di medicina generale o dei servizi sociali, sono monitorate quotidianamente per lo stato di salute attraverso il servizio gratuito di telecontrollo.

Grazie a un piano programmatico, sviluppato in collaborazione con l’Osservatorio meteorologico regionale dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa Fvg – Osmer), alcuni indici, validati a livello internazionale in base a valore della temperatura, umidità e percezione del caldo da parte della persona, vengono utilizzati nell’attivazione del sistema di allerta caldo sul territorio regionale.

Nel momento in cui si attende il superamento dell’indice stabilito, elaborato da Arpa Fvg- Osmer, viene avviata un’attività di monitoraggio, con chiamate telefoniche, a tutti gli utenti fragili. Le persone vengono informate dell’imminente ondata di calore e viene verificato il loro stato di salute. È possibile richiedere di essere inseriti nella lista delle persone seguite dal call center salute sociale o segnalare un parente o una persona fragile, in particolare anziani che vivono soli.

Il piano di collaborazione tra Regione e Arpa Fvg – Osmer prevede anche, grazie ai bollettini meteo sulle possibili ondate di calore in arrivo, di mettere in allerta le strutture sanitarie dell’approssimarsi dei fenomeni e quindi del rischio di possibili maggiori ricoveri per persone colpite da colpi di calore.


IMG-20180515-WA0026-1*Giornalista

Rispondi