Olimpiadi 2026. Zaia: “Gioia per candidatura di Cortina. Grazie a Malagò”

“Accogliamo con gioia questa bellissima notizia per il Veneto: Cortina farà parte della candidatura italiana alle olimpiadi invernali del 2026. Ringrazio il Coni e il Presidente Malagò per l’equilibrio e la correttezza mantenuti anche nelle fasi più complesse della vicenda. Grazie a tutta la squadra che ha lavorato per la nostra candidatura, a chi ha redatto il dossier, al Sindaco e al Consiglio comunale di Cortina, alle categorie e a tutti coloro, veneti e non veneti, che ci hanno sostenuto e incoraggiato”.

 

Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta con soddisfazione la notizia che il Coni ha indicato all’unanimità la candidatura italiana unitaria Cortina-Milano-Torino alle olimpiadi della neve 2026.

 

“Siamo pronti e motivati al massimo – aggiunge Zaia – perché sappiamo di avere un grande valore, dato dal più grande hub sciistico d’Europa, e dalla granitica unità d’intenti che ha caratterizzato i territori in questa maratona. Ora stiamo organizzando i mondiali di sci del 2021 e l’appuntamento del 2026 sarà in perfetta continuità. Sono certo che faremo fare bella figura allo sport italiano e al Coni”.

“Oggi conclude Zaia – siamo di fronte a un gran bel riconoscimento per tutto il popolo veneto”

BOND (FI) “VITTORIA DELL’ITALIA E DELLA MONTAGNA” – “La candidatura olimpica di Cortina, Milano e Torino come Olimpiadi delle Alpi 2026 è un grande risultato, sportivo e politico. È una vittoria dell’Italia e della montagna”: questa la reazione del deputato di Forza Italia, Dario Bond, alla decisione presa  questo pomeriggio dal CONI.
“Questa candidatura che comprende anche Cortina è una vittoria per il Veneto e per la provincia di Belluno; un obbiettivo raggiunto grazie alla caparbietà del Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e al lavoro del gruppo parlamentare di Forza Italia”, continua Bond. “Da bellunese e da veneto ho sempre sostenuto il nome di Cortina in questa corsa, ricordando le grandi potenzialità della conca ampezzana grazie anche ai prossimi mondiali di sci alpino del 2021, ma l’obbiettivo finale è quello di ospitare le Olimpiadi del 2026 sul suolo italiano. Allarghiamo l’orizzonte, passiamo dalle Dolomiti all’arco alpino: tutta l’Italia tifa per le Olimpiadi delle Alpi, abbiamo poco più di un anno di tempo per trasformare questo bellissimo sogno in realtà”.

Rispondi