Autovie Venete e Cav, traffico da bollino rosso: 3/4 mila veicoli all’ora

di Lucio Leonardelli*

Giornata “impegnativa” com’era nella previsioni quella di oggi sulla rete autostradale gestita da Autovie Venete, caratterizzata da un traffico alquanto sostenuto già la durante la notte che, da quando è iniziato il periodo estivo, è stata quella a maggior intensità, con volumi elevatissimi – che hanno superato i 3 mila veicoli ora – in arrivo dal Passante di Mestre in direzione Trieste.

Si è trattato per la maggior parte di turisti diretti verso le località dell’alto Adriatico, sia italiane sia slovene e croate. Un fiume di auto, caravan e roulottes che, ordinatamente, si è snodato praticamente senza soluzione di continuità da Venezia fino a Trieste per poi proseguire oltreconfine.

Alle 11,00 del mattino di oggi code a tratti si registravano in più punti dell’autostrada, sempre in direzione Trieste: tra Meolo Roncade e Cessalto, in uscita a San Donà di Piave, tra Portogruaro e il bivio A4/A3, in entrata a Latisana, in uscita a Redipuglia, alla barriera di Trieste Lisert (3 chilometri) e tra Monfalcone e Duino.

Pochi, per fortuna gli incidenti e tutti di lieve entità. L’unico che ha richiesto l’intervento dell’ambulanza, per precauzione perché una delle persone coinvolte era una signora incinta e con due bimbi in auto, si è verificato all’altezza dello svincolo di San Donò di Piave in direzione Trieste. Si è trattato di un urto laterale fra 3 vetture, in corsia di sorpasso. Niente di grave, come detto, ma visto le condizioni della signora si è preferito chiamare il soccorso sanitario.

Nel pomeriggio la situazione è rimasta pressochè immutata. Il traffico, che, come detto, già durante la notte era stato molto sostenuto, senza mai calare se non per un paio d’ore fra le otto e dieci del mattino, è stato super intenso con  code – a fisarmonica – distribuite in più punti dell’asse autostradale.

In uscita, a Trieste Lisert, le code nel primo pomeriggio erano di tre chilometri e code si registravano lungo tutto il tratto San Donà di Piave e San Giorgio, con qualche congestione in tratti diversi.

Nei pressi dello svincolo di Cessalto, in direzione Trieste, un bus carico di persone ha avuto un guasto e si è fermato in corsia di marcia, creando notevoli rallentamenti. Nonostante le dimensioni, i mezzi di Autovie sono riusciti a spostarlo in sicurezza, in attesa del carro attrezzi. I flussi, secondo la concessionaria, non dovrebbero aumentare ulteriormente anche se la situazione non si alleggerirà prima della tarda serata.

Sabato di esodo relativamente tranquillo sulle autostrade di competenza di CAV (A4 Padova est-Venezia, Passante di Mestre e A57-Tangenziale di Mestre).

Il Centro Operativo di Mestre della società autostradale ha registrato traffico intenso con qualche temporaneo rallentamento tra Padova est e il bivio A4-A57 in direzione Trieste, senza particolari difficoltà per la viabilità.

Nella sala che costantemente monitora la situazione ed elabora i dati del traffico in tempo reale, si sono registrati picchi di transiti che non hanno mai superato i 4 mila veicoli l’ora nel tratto più delicato, quello tra Padova e Arino. Situazione migliore in tutte le altre tratte e tempi di attesa contenuti alla barriera autostradale di Venezia-Mestre.

Situazione accettabile dunque per un weekend di esodo da bollino rosso, che ha conferma la tendenza degli ultimi fine settimana a cavallo di luglio e agosto, segnati dalle cosiddette “partenze intelligenti”, con traffico molto intenso ma distribuito durante tutto l’arco della giornata e del fine settimana.

Per domani previsto da Cav ancora traffico da bollino rosso sia in direzione Trieste che in direzione Milano. Lunedì invece giornata da bollino giallo soprattutto in carreggiata ovest a causa degli ultimi rientri. Osservati speciali ancora il tratto tra Padova est e il bivio A4-A57 e la barriera autostradale di Venezia-Mestre.


IMG-20180515-WA0026-1*Giornalista

Rispondi