Una scuola di cultura italiana nel nome di Tonino Guerra

di Corrado Poli*

Dal 2 al 21 settembre a Pennabilli, un piccolo centro medievale sulle montagne dell’entroterra riminese, arriveranno cinquanta studenti e studiosi americani interessati a conoscere l’Italia. Si prevede che il progetto si sviluppi nel prossimo futuro includendo anche partecipanti da ogni parte del mondo e in modo particolare dalla Russia. L’iniziativa si chiama “ESPERIENZA” e nasce grazie alla caparbia iniziativa di Anna Chernakova-Bonavita, una signora bulgara, con dottorato fisica conseguito in Unione Sovietica e trasferitasi in seguito negli Stati Uniti diventando cittadina americana. Il progetto è nato grazie all’incontro ispiratore di Anna con Lora Guerra Yablochkina, moglie russa di Tonino Guerra, e lei stessa scrittrice e poetessa molto nota in Russia. Lo studio della lingua, sarà integrato da lezioni e visite culturali. Naturalmente, il programma prevede un’attenzione particolare al cinema e agli scritti di Tonino Guerra che Lora aiuterà a comprendere in profondità.

La caratteristica dell’Italia e di gran parte dell’Europa è la presenza di migliaia di piccoli borghi e cittadine, ciascuno diverso dall’altro, ma tutti allo stesso modo tutti carichi di storia. Le tradizioni di ciascun luogo vanno dalle feste patronali alle competizioni storiche: se tutti conoscono il Palio di Siena, non dimentichiamo che quasi ogni cittadina ha il proprio torneo di origine medievale. Così come ancora vivi e integrati perfettamente nella vita moderna sono gli eventi culturali, la tradizione culinaria (ogni borgo fa i tortellini a modo suo e ha la propria salsa), i ricordi dei versi di poeti locali, le opere degli artisti. Ci lamentiamo della folla che accalca e trasforma le grandi città d’arte italiane, ma trascuriamo quell’Italia cosiddetta “minore” che minore non lo è affatto per contenuti culturali e patrimonio artistico, così che l’esodo dai piccoli centri, soprattutto dei giovani, non si arresta.

“Esperienza” porterà ogni anno a Pennabilli cinquanta – e in futuro forse più – corsisti provenienti da tutto il mondo i quali risiederanno nel borgo romagnolo per tre settimane seguendo corsi di lingua e cultura italiana, nonché un corso specifico di “esperienza” (sic!) culinaria.

Tra gli eventi più rilevanti, oltre la visione e discussione dei film di Fellini e di Tonino Guerra, vi sarà una serata musicale dal titolo significativo: “Musica rotonda: l’esperienza che unisce i popoli”. Grazie all’iniziativa e alle competenze di alcuni italiani e americani innamorati del nostro Paese, di Pennabilli e di Tonino Guerra, s’è creata un’occasione di diffondere la cultura italiana nel mondo.

La biografa di Tonino Guerra, Rita Giannini, ricorda come Tonino aveva un rapporto di odio e amore con l’America che può essere esemplificato nella sceneggiatura che egli curò del cult-movie Zabriskie Point diretto da Antognoni nel 1970. All’organizzazione di Esperienza partecipano cittadini russi, italiani, americani e di altri paesi: si crea così un’occasione unica di incontro tra diverse culture in un borgo apparentemente sperduto negli Appennini, ma che dimostra come, se ci sono idee, sensibilità (e persone eccezionali come Tonino, Lora e Anna), il centro del mondo si può spostare temporaneamente a Pennabilli.

yU_FaYi5_400x400*Docente – Scrittore

Rispondi