Enpa Treviso: cresce l’emergenza, 80% di ritrovamenti in più rispetto al 2017

Il rapporto tra il Gattile Enpa Treviso e Almo Nature è nato lo scorso anno per far fronte a una situazione di piena emergenza con l’esplosione incontrollata delle cucciolate tipica della stagione calda: nel 2017, da aprile a ottobre, dai 2 ai 4 ritrovamenti al giorno di cuccioli e gatti, per un totale di oltre 300 pelosi abbandonati nei modi più impensabili. Numeri difficilmente sostenibili per il rifugio di Conegliano che, ai tempi, era ancora una casa provvisoria di circa 100mq in grado di accogliere al massimo 60 trovatelli.

Oltre a una ovvia questione di spazi che ha costretto i volontari Enpa a collocare una parte dei mici in stallo presso privati e altri volontari a loro spese, il rifugio ha dovuto fronteggiare difficili condizioni di salute: gatti spesso malati e fragili con basse difese immunitarie che, per tornare in forze ed essere curati, hanno bisogno di cibo specifico e di qualità, il cui acquisto non può essere programmato. A questa richiesta di aiuto, Almo Nature, azienda da sempre impegnata a creare prodotti per il benessere di cani e gatti, si è attivata sin da subito per risolvere l’emergenza in modo concreto sostenendo il rifugio con forniture alimentari gratuite di qualità attraverso l’azione LoveFood.

Da allora le due realtà hanno trovato un dialogo costruttivo e hanno iniziato a collaborare, facendo fronte comune e operando per il bene degli animali; una scelta etica di obiettivi e valori comuni che si è consolidata nel tempo: a ottobre 2017 Almo Nature ha scelto Enpa Treviso per lanciare in via sperimentale l’azione AdoptMe con lo scopo di incentivare adozioni responsabili donando un mese di alimenti di alta qualità per ogni animale che trova un amico umano. Il progetto pilota ha riscontrato da subito grande successo e nel giro di pochi mesi, da ottobre a gennaio, ha sostenuto oltre 60 adozioni.

Gatti cuccioli e anziani, abbandonati e ritrovati… ma anche SuperGatti che nonostante invalidità e problemi di salute dovuti spesso a maltrattamenti e noncuranze da parte dell’uomo, alla fine vincono. Uno su tutti, il più amato dei social, è Omero, un gattino trovato abbandonato in un fienile ridotto in carne ed ossa e in condizioni di salute pessime. Rimasto cieco a causa di un virus, è dovuto rimanere 20 giorni in clinica sempre in bilico tra la vita e la morte prima di poter essere vaccinato e approdare in rifugio. Il SuperGatto Omero, fiero del suo mantello rosso, dopo aver donato gioia e amore a tutti i volontari del gattile, ha trovato famiglia dopo meno di 2 mesi: una SuperAdozione sostenuta e resa possibile proprio grazie ad AdoptMe di Almo Nature.

Nel 2017 Enpa Treviso ha affidato 947 gatti, di cui 400 solo dal gattile di Conegliano. Quest’anno i ritrovamenti sono aumentati di oltre l’80% e il nuovo Gattile, seppur a lavori non ultimati, ha dovuto aprire forzatamente sotto la spinta delle emergenze e dei continui abbandoni e ritrovamenti, arrivati oggi a quota 500.

L’emergenza non è cessata, anzi è cresciuta drammaticamente. Siamo lontani della consapevolezza umana che bisogna sterilizzare i gatti e impedire le centinaia di cucciolate la cui sorte è spesso segnata. – commentano Paolo Mumolo, volontario Enpa, e Camila Arza Garcia, responsabile dei progetti solidali di Almo NatureLavoriamo insieme per combattere l’abbandono, un comportamento disumano fatto di ignoranza, non curanza e violenza; un fenomeno che senza profonde campagne di sensibilizzazione è destinato a continuare. Bisogna intervenire sulle negligenze umane e insegnare la cultura del rispetto e la sensibilità verso i propri compagni animali. È questa la mentalità che vogliamo trasmettere ad ogni persona che vuole portare a casa un micio, per promuovere adozioni consapevoli”.

Le due realtà sono da sempre in prima linea per la difesa degli animali e si adoperano per salvaguardare gli animali e difendere la loro dignità sensibilizzando le persone a un comportamento responsabile, educandole sull’importanza della sterilizzazione, vista troppo spesso come un atto di violenza verso l’animale e non come un atto d’amore qual è, e rendendo obbligatorio l’uso del microchip anche per i gatti. Questa ottima sinergia e condivisione di valori etici tra Almo Nature/Fondazione Capellino e Enpa Treviso ha portato l’azienda a scegliere il Gattile di Conegliano come testimonial del proprio progetto europeoA Companion Animal Is For Life” che si propone di ridurre drasticamente l’abbandono e il randagismo e di trasformare i canili in luoghi di passaggio in vista dell’adozione attraverso tre azioni: risolvere le emergenze con LoveFood, far adottare i gatti con AdoptMe e stroncare gli abbandoni con RespectMe.

Essere ambasciatori del progetto vuol dire anche rappresentare l’entità duale di Almo Nature/Fondazione Capellino e condividere lo spirito e gli obiettivi di un’azienda, da sempre impegnata a creare alimenti innovativi per il benessere dei compagni animali, che dal 1° gennaio 2018 dona e donerà per sempre il 100% dei suoi profitti a una Fondazione con sola finalità la difesa dei cani e gatti e la salvaguardia della biodiversità.

Oggi promuovendo o acquistando Almo Nature non si sceglie solo la qualità ma si diventa parte di un movimento sostenibile e trasparente che permette la vita di progetti solidali, si contribuisce alla difesa di valori essenziali per la vita e si promuove un modello economico nuovo: il Capitalismo Solidale.

Attraverso il progetto solidale “A Companion Animal Is For Life“ di cui il rifugio di Conegliano è testimonial per i gatti, Almo Nature/Fondazione Capellino ha donato un totale di 3.300 kg di pappa (1.500kg nel 2017 e 1.800 kg quest’anno). Grazie a questo sostegno e al lavoro quotidiano dei volontari Enpa Treviso, sono stati salvati e aiutati oltre 300 gatti bisognosi.

Nella foto  Omero, “SuperGatto” cieco abbandonato in un fienile in condizioni di salute estreme


 

Rispondi