Header Ad

Most Viewed

Cancellazione Frecciarossa Venezia – Roma. La leghista Fogliani assicura il suo impegno, senatori veneti interrogano Toninelli

(LL) – Continua a far discutere sia all’interno delle categorie economiche e sociali che nel mondo politico la cancellazione contenuta nel nuovo orario di Trenitalia, entrato in vigore lo scorso 10 dicembre, del treno Frecciarossa in partenza da Venezia alle 6.06 con arrivo a Roma Termini alle 9.30, senza alcuna sosta intermedia.

A prendere posizione è stata oggi la parlamentare  della Lega Ketty Fogliani, portogruarese eletta nel collegio di Chioggia, in qualità di componente della Commissione Trasporti della Camera.

“In questi giorni – ha affermato in una nota – sto ricevendo numerosi messaggi e chiamate da parte di imprenditori, professionisti e categorie economiche del veneziano, molto infastiditi per la decisione di Trenitalia.  Da parte mia ribadisco il più assoluto impegno in tutte le sedi opportune affinché si giunga ad una soluzione condivisa e si posso ripristinare la Freccia no stop Venezia-Roma, un servizio essenziale per il territorio. Sono in contatto con Trenitalia per cercare di capire il motivo di questa scelta che pesa negativamente sul tessuto economico e produttivo territoriale.

Si tratta – ha aggiunto l’esponente della Lega – di un servizio assolutamente importante e necessario poiché collega, in tempi ragionevoli, il Veneto con la Capitale: il Freccia soppresso, infatti, consentiva a tanti lavoratori di raggiungere Roma entro le tre ore.

L’attuale Frecciargento, invece, parte da Mestre alle ore 6.38 e giunge a Roma alle 10.10, anziché alle 9.30 come accadeva precedentemente, una differenza di quaranta minuti che per chi fa il pendolare e ha l’agenda scandita al minuto è un’eternità”.

Un’interrogazione al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli sulla soppressione del treno  è stata invece presentata dai senatori veneti del Pd Andrea Ferrazzi, Vincenzo D’Arienzo e Daniela Sbrollini.

“In luogo della Frecciarossa no-stop e super veloce – sottolineano i senatori dem – è stata prevista una corsa della Frecciargento, peraltro a capienza inferiore, con tappe nelle stazioni di Bologna e di Firenze. Oltre alla ritardata partenza – rimarcato – si incrementa significativamente il tempo di percorrenza”.
Gli esponenti Pd ricordano inoltre nella loro interrogazione che “ancora non è stato progettato e realizzato il tratto ad alta velocità Padova-Bologna, che risulta essere l’unico nel tratto Trieste-Salerno e Torino Salerno a non avere questa caratteristica” e  chiedono di conseguenza a Toninelli “se intende attivarsi per realizzare la rete alta velocità nella tratta”.

 

 

    Lascia il tuo commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.*