Header Ad

Most Viewed

Cav. Zaia: “Fondamentale via libera dell’Anas”

“Il via libera alla firma di questi protocolli da parte di Anas è strategico per la Regione del Veneto in quanto vengono formalmente definite le modalità di prelievo degli utili che CAV (concessionario pubblico ed esempio virtuoso di gestione) produce e che verranno reinvestiti sul territorio in infrastrutture”.

È il commento del Presidente del Veneto, Luca Zaia, alla decisione del CdA di esprimere parere favorevole in merito alla sottoscrizione di un protocollo tra Anas, Regione Veneto e Ministero delle Infrastrutture, sulle modalità di gestione delle risorse generate da CAV, concessionaria delle tratte A4 Passante di Mestre e A57 Tangenziale di Mestre.

“Questo protocollo che dovrà essere firmato anche dal MIT in qualità di concedente dell’infrastruttura, è accompagnato da un secondo protocollo che verrà sottoscritto tra MIT e Regione Veneto che stabilisce la modalità in cui viene declinata l’intesa prevista dalla delibera Cipe – prosegue Zaia -. Ricordo che gli utili devono essere reinvestiti sul territorio dalla Regione Veneto previa intesa con il MIT. Questa intesa non è mai stata declinata in una procedura e crea un blocco burocratico nell’utilizzo di questi fondi”.

“Con il parere favore al protocollo, Anas ha definitivamente riconosciuto la titolarità degli utili nonché delle modalità di prelievo – continua il Presidente -. Con il ‘protocollo opere’ che sarà sottoscritto nei prossimi giorni dal MIT verrà definita anche quella per l’intesa. La procedura si concluderà in entrambi i casi con la firma del MIT che auspichiamo avvenga a stretto giro”.

“Insieme all’operazione che coinvolge Veneto Strade, la Regione Veneto, di comune accordo con Anas, intende promuovere e garantire la miglior fruibilità della rete stradale, quale elemento fondamentale dell’offerta infrastrutturale al servizio del cittadino e delle imprese – conclude Zaia -. L’obiettivo è quello di garantire la riqualificazione della rete viaria esistente e di promuovere nuovi investimenti per l’ammodernamento della stessa”.


 

    Lascia il tuo commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.*