Header Ad

Most Viewed

Autovie Venete. Fine settimana da “bollino”: lavori per la terza corsia, percorsi alternativi e traffico intenso

(LL) – Autovie Venete, in accordo con le imprese impegnate nella realizzazione della terza corsia sulla A4, ha pianificato un cronoprogramma di lavori molto intenso che ha già interessato il mese di giugno e che comprende anche due week end di luglio. Si tratta di interventi non procastinabili e indispensabili per mantenere la promessa: finire molto in anticipo sui tempi.

l primo traguardo è imminente: l’apertura della terza corsia nel tratto compreso tra il nodo di Palmanova e Porpetto (uscita San Giorgio di Nogaro) in entrambe le direzioni di marcia e precisamente all’altezza di Pampaluna in comune di Porpetto.

Gli interventi di completamento, la predisposizione della segnaletica, l’asfaltatura, la rimozione dei new jersey e l’installazione del guard rail, richiederanno una notte di chiusura dell’autostrada. Le operazioni interesseranno sia il terzo lotto (Alvisopoli – Gonars), in località Pampaluna (in comune di Porpetto) sia il tratto adiacente all’area di servizio di Gonars. L’autostrada sarà interdetta al traffico nel tratto compreso fra il bivio A4/A23 (nodo di Palmanova) e Latisana in entrambe le direzioni dalle 20,00 di sabato 6  alle 8,00 del mattino di domenica 7 luglio.
Per quanto riguarda i percorsi alternativi, chi proviene da Venezia ed è diretto a Trieste o a Udine dovrà uscire a Latisana e potrà rientrare in autostrada al casello di Palmanova o a quello di Udine Sud. Chi invece proviene da Trieste ed è diretto a Venezia, dovrà uscire a Palmanova e potrà rientrare in autostrada al casello di Latisana. Infine, chi proviene da Tarvisio potrà proseguire sull’autostrada A4 ma solo verso Trieste; se è diretto a Venezia, invece, dovrà uscire al casello di Udine Sud, seguendo i percorsi alternativi sulla viabilità ordinaria e riprendere l’autostrada a Latisana.

 

Chi è di ritorno dal “Jova Beach party “ con Jovanotti che si svolgerà a Lignano ed è diretto in Veneto potrà entrare al casello di Latisana e proseguire verso le località venete, mentre chi è diretto a Trieste, Udine o Tarvisio dovrà percorrere la viabilità ordinaria fino a Palmanova, dove potrà rientrare in autostrada.

 

Tutto ciò si inserisce in un fine settimana da bollino rosso per quanto riguarda il traffico. Nonostante le previsioni non bellissime, grazie ai saldi estivi (gli outlet di Palmanova e San Donà di Piave raggiungibili dalla A4 lavorano a pieno ritmo) e alle partenze di chi ha già prenotato le vacanze, i transiti attesi sulla rete gestita da Autovie Venete saranno elevati.

 

Le proiezioni indicano più di 170 mila veicoli nella giornata di sabato e più di 150 mila in quella di domenica. La Concessionaria dunque metterà in campo tutte le sue forze per garantire agli utenti un viaggio sicuro e confortevole. Sarà potenziato, infatti, il personale ai caselli ritenuti più “critici” (Latisana e Trieste – Lisert); nei piazzali di San Donà di Piave, San Stino di Livenza e Latisana ci saranno i cosiddetti “piazzalisti”, persone appositamente formate per indirizzare gli automobilisti alle piste giuste, così da evitare inutili congestioni in prossimità dei caselli.

 

Reperibile 24 su 24 il personale della manutenzione d’urgenza, pronto a intervenire in caso di incidenti. A San Giorgio di Nogaro, punto “caldo” vista la presenza del cantiere della terza corsia, sarà presente un carroattrezzi per prestare all’occorrenza i soccorsi meccanici in caso di avaria dei mezzi o di sinistri. Operativi anche i tecnici di impianti tecnologici, pronti a risolvere le anomalie del caso, come guasti alle casse automatiche o alle sbarre dei caselli.

    Lascia il tuo commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.*