Header Ad

Most Viewed

Estate 2020: giardini botanici e aree naturalistiche per itinerari made in Veneto

#restiamonelveneto! Potrebbe essere questo l’hashtag che accompagna le giornate estive e le vacanze 2020 dei veneti. Il periodo post Covid-19, con i suoi limiti e divieti, fa sì che tante persone decidano di rimanere in zona, anche perché nella nostra Regione i luoghi straordinariamente belli e interessanti da visitare non mancano. Dai monti al mare ai laghi, la programmazione di una gita, da farsi anche in giornata, diventa così solo una questione di “imbarazzo della scelta”. E’ in questo quadro che si inseriscono le aperture estive dei Giardini botanici e delle aree naturalistiche gestite da Veneto Agricoltura.

Per tutta l’estate saranno infatti aperti al pubblico, in giornate/orari diversificati, con una proposta di un interessante carnet di iniziative, il Giardino Vegetazionale Astego a Pieve del Grappa (Tv), il Giardino Botanico Alpino “Lorenzoni” e il Museo dell’Uomo in Cansiglio (Bl), l’area di ValleVecchia a Caorle (Ve), la Riserva naturale integrale Bosco Nordio a Sant’Anna di Chioggia (Ve), il Giardino Botanico dei Colli Euganei – Casa Marina a Galzignano Terme (Pd) e il Giardino Botanico Litoraneo di Porto Caleri a Rosolina (Ro). Su queste aperture è disponibile sul canale YouTube dell’Agenzia regionale un approfondimento di RadioVenetoAgricoltura (https://youtu.be/qXd18K8v1FU). Vediamo, in sintesi, quali sono le principali “offerte” naturalistiche e culturali che i visitatori potranno incontrare in questi straordinari siti.

 

Il Giardino Vegetazionale Astego (via Val de Roa, Pieve del Grappa-Tv) assicura ai visitatori la possibilità di vivere, in un ambiente di assoluto valore naturalistico, un’esperienza unica nel suo genere. Il sito presenta la successione dei diversi habitat che si incontrano dalle cime delle Prealpi fino alla pianura sottostante. Situato a 450 metri di altezza, il Giardino è strutturato su 16 gradoni, corrispondenti appunto ad altrettanti ecosistemi presenti dalla cima del Monte Grappa fino alla pianura. Lungo il percorso si incontrano la flora tipica di questi luoghi, comprese alcune rare orchidee selvatiche,  un torrente montano ricostruito ad hoc e un “roccolo” per l’uccellagione. Un’altra sezione del Giardino raggruppa le piante per famiglia e per utilizzo (apistico, commestibile, aromatico, ecc.), mentre la parte sottostante è dedicata ai funghi. E’ presente inoltre un labirinto e vari giochi (anche sensoriali) per il divertimento non solo dei bambini. Il Giardino è aperto alla domenica dalle ore 9:00 alle 12:00 e dalle 13:00 alle 18:00. L’ingresso è gratuito.

 

Il Giardino Botanico Alpino “Lorenzoni” (Pian del Cansiglio, Tambre-Bl) quasi non necessita di essere presentato essendo uno dei Giardini “storici” del Veneto. Con i suoi due ettari dedicati alla flora alpina del massiccio montuoso del Cansiglio – Col Nudo – Cavallo presenta una serie di habitat molto diversi tra loro, fra cui gli ambienti alpini (firmeto, seslerieto, mughete), la vegetazione dei luoghi umidi (molinieto, torbiere), le principali formazioni boschive (faggio, abete rosso e abete bianco), le piante officinali di montagna e le piante degli ambienti aridi alpini. Il Giardino è aperto il mercoledì e venerdì con orario 10:00-12:00 e  13:00-17:00, il sabato, la domenica e nei giorni festivi dalle ore 10:00 alle 12:30 e 14:00-18:00. Sono previste delle visite guidate, comprese nel costo del biglietto, tutte le domeniche alle ore 15.00; ad agosto anche il sabato alla stessa ora e la domenica anche alle 10.30. Inoltre, interessanti approfondimenti a tema (botanica, erboristeria, meteorologia, ecc.) sono previsti alla domenica pomeriggio al termine della visita guidata. Attività immerse nella natura, quali “Yoga in Giardino” sono in programma nella mattinata di sabato 8 e 22 agosto. Infine, va ricordata l’iniziativa “Settembre musicale”, in calendario nella prime tre domeniche di settembre alle ore 16:00, in programma interessanti concerti di musica classica. Biglietto di ingresso: 3 euro intero (adulti), 1 euro ridotto (giovani 14-18 anni, gruppo ragazzi fino a 14 anni accompagnati), 2 euro ridotto gruppo adulti (gruppo con più di 10 persone); ingresso gratuito per ragazzi di età inferiore ai 14 anni e disabili ed accompagnatore.

 

MUC-Museo dell’Uomo in Cansiglio (Pian Osteria, Tambre-Bl). Il Museo regionale dell’Uomo in Cansiglio “Anna Vieceli” e Centro etnografico di cultura cimbra raccoglie documenti e testimonianze della presenza dell’uomo in Cansiglio e del suo rapporto con l’Altopiano, a cominciare dalla Preistoria. La struttura è visitabile nei giorni di giovedì e venerdì dalle ore 14:00 alle 18:00; al sabato e alla domenica e nei giorni festivi dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00.

 

Altre iniziative in Cansiglio. Domenica 26 luglio sono previste due escursioni guidate: la prima alle ore 9:30 (ritrovo presso il MUC in località Pian Osteria) prevede una facile passeggiata che si snoda tra Cornesega e Valmenera alla scoperta di piante e animali selvatici; durerà l’intera giornata e per questo è previsto il pranzo al sacco; costo 15 euro per gli adulti, 8 euro per i ragazzi (12-18 anni) e gratuita sotto i 12 anni. Informazioni e iscrizioni presso Prealpi Cansiglio Hiking snc: 370 1107202 o prealpicansiglio@gmail.com. Al termine dell’escursione è possibile visitare il MUC. Una seconda escursione, comprendente la visita al Museo e ai villaggi cimbri, si svolgerà a partire dalle ore 14.00 con ritrovo dei partecipanti al Museo dell’Uomo in Cansiglio. Merita di essere ricordata anche la “Festa dei Cimbri” in programma la prima domenica di agosto e la “Caccia al tesoro” per ragazzi prevista nei giorni 8 e 22 agosto alle ore 15.30. Sono previste delle visite ai villaggi cimbri nelle domeniche da fine luglio a fine agosto con visita guidata finale al MUC.

La novità 2020 a ValleVecchia (Località Brussa, Caorle-Ve), la straordinaria “isola” posta lungo il litorale adriatico tra Caorle e Bibione, è data dal collegamento in barca, con possibilità di bicicletta al seguito, da Bibione. I collegamenti giornalieri gratuiti sono possibili fino al prossimo 20 settembre dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30. La prima corsa da Bibione è prevista alle 9.30; l’ultima da Vallevecchia alle 17.50. E’ obbligatoria la prenotazione presso Laguna Fla Group tel./whatsapp 347 9922959. Per i visitatori le opportunità a ValleVecchia non mancano: l’isola, raggiungibile anche in auto (è funzionante un grande parcheggio proprio a ridosso della spiaggia) si estende per circa 900 ettari ed è delimitata sui quattro versanti da acque marine, lagunari e fluviali, che contribuiscono a creare ecosistemi di notevole interesse ecologico. Un rifugio ideale per quanti amano la natura (possibilità di fare attività di birdwatching), lunghe passeggiate, bagni di sole e di mare nella lunga spiaggia sabbiosa. ValleVecchia è anche (e soprattutto) un’azienda pilota e dimostrativa di Veneto Agricoltura dove si praticano attività sperimentali per coniugare l’agricoltura e lo sviluppo sostenibile (gli interessati a questi temi potranno seguire il prossimo 30 luglio alle ore 10:00 sulla piattaforma ZOOM la “Giornata Aperta a ValleVecchia” durante la quale saranno presentati i risultati dei numerosi progetti in corso (iscrizioni su: https://vallevecchia2020.eventbrite.it).

La Riserva naturale integrale “Bosco Nordio” (lungo la S.S. Romea a Sant’Anna di Chioggia-Ve) rappresenta un’importante area di grande pregio naturalistico per la presenza di interessanti ambienti quali il bosco di lecci, le radure, gli stagni, le dune e di rare specie di animali e vegetali, su tutti il rospo pelobate fosco e l’orchidea piramidale. La Riserva è aperta il mercoledì, la domenica e nei giorni festivi dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00. Molto interessante il programma delle “Giornate naturalistiche” in calendario durante l’estate (biglietto d’ingresso intero 3 euro, ridotto 1 euro; informazioni e prenotazioni 3452518596): mercoledì 29 luglio e 26 agosto si svolgerà l’evento “Innamorarsi di qualche duna”; mercoledì 5 agosto “I capolavori del bosco”; mercoledì 19 agosto “Relax nella natura”; domenica 24 agosto “Bosco in note”. Tutti i mercoledì alle ore 10:30 è in programma invece l’evento “L’antico bosco delle spiagge” (euro 6 intero, euro 3 ridotto compreso l’ingresso).

Il Giardino Botanico dei Colli Euganei – Casa Marina (Galzignano Terme-Pd) rappresenta un’altra preziosa perla del nostro Veneto, ancor più ora che si è arricchito di un’interessante attrazione costituita dal “Sentiero dei Pianeti”, un percorso didattico-naturalistico realizzato dal Parco dei Colli Euganei con la collaborazione dell’Associazione Astronomica Euganea e Veneto Agricoltura. Il “Sentiero dei Pianeti”, appena inaugurato, finanziato dalla Regione Veneto, costituisce un ulteriore arricchimento della già ricca proposta didattica offerta ai visitatori da Casa Marina. Il percorso, che come è facilmente intuibile dal nome è dedicato ai pianeti del nostro sistema solare, è stato realizzato dalle maestranze di Veneto Agricoltura secondo un progetto fornito dal Parco. I visitatori possono percorrerlo seguendo i cartelli didattici disposti sul terreno a distanze proporzionali che rispettano le distanze che i pianeti hanno dal sole, rendendo così percepibile, attraverso l’esperienza diretta, la struttura del nostro sistema solare. Casa Marina è anche sede del Centro di Educazione Naturalistica e Didattica del Parco Regionale dei Colli Euganei. Da qui partono vari percorsi escursionistici e all’interno del Centro si può reperire il materiale informativo necessario per scoprire le bellezze del comprensorio, a partire dal bel Giardino Botanico all’interno del quale sono presenti oltre 1.400 specie vegetali caratteristiche dell’area euganea. Il Giardino è fruibile gratuitamente ed è sempre aperto.

Il Giardino Botanico Litoraneo di Porto Caleri (Rosolina-Ro) per meglio accogliere i visitatori e rendere più fruibile l’area, si è dotato di recente di una nuova passerella pedonale che consente il facile attraversamento della barena nell’area sud-est. L’opera, realizzata da Veneto Agricoltura sulla base di un progetto redatto dalla Regione, risulta essere di notevole importanza sia per la tutela delle specie vegetali che popolano la barena, sia per la riduzione della superficie di calpestio utilizzata dai visitatori. Durante l’estate la struttura è aperta nei giorni di martedì, giovedì, sabato e domenica dalle ore 16.00 alle 19.00. Sono previste anche delle visite guidate (prenotazione: 347 0452236 – 329 4248555) alle ore 10.30, 15.30 e 16.30 che possono essere effettuate lungo tre diversi sentieri: uno breve, che interessa in maniera particolare la pineta; uno intermedio, che include tutti gli ambienti tranne la zona umida d’acqua salmastra; uno più lungo, che include anche quest’ultima.

    Lascia il tuo commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.*