Header Ad

Most Viewed

Clima caldo, il mais matura 15 giorni prima

Le alte temperature di questi giorni hanno accelerato la fase di maturazione del mais tanto da costringere gli agricoltori veneti a procedere con le operazioni di trinciatura. Lo segnala Coldiretti Veneto che monitora costantemente la situazione del comparto e gli effetti del caldo su colture e animali. Se il calo.di produzione del latte e’ diminuito nelle stalle dal 10 al 20% con inappetenza dei bovini e il ricorso.a ventilatori e docce per assicurare il benessere degli animali, le fasi di lavorazione, come il.trimciato di mais, sono state anticipate di circa 15 giorni. Sono alcuni dei fenomeni legati all’innalzamento della colonnina del mercurio – commenta Coldiretti Veneto –  che ha registrato livelli oltre i 40 gradi con afa e umidita’ obbligando i produttori ad interventi straordinari per provvedere alla cura delle bestie e per non perdere i raccolti.
Per trinciato di mais – spiega Cdiretti Veneto – si intende il prodotto ottenuto dal tagliuzzamento  della pianta intera (fusto, foglie e pannocchia) nel momento in cui la spiga è allo stadio di vegetazione. La massa raccolta viene trasportata all’interno di un’area dedicata dove viene distribuita in strati orizzontali e compressa tramite pala o trattore e quindi sigillata con uno o più strati di film plastico che viene appesantito con materiali diversi. Queste operazioni vengono definite “insilamento” che ha lo scopo di conservare l’umidità della massa per favorire i processi di fermentazione e acidificazione in ambiente anaerobico.

    Lascia il tuo commento

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.*