Header Ad

Most Viewed

A Treviso torna Gourmandia, la kermesse che mette al centro gli artigiani del cibo

 

Dal 14 al 16 maggio torna a Treviso Gourmandia, la manifestazione che riunisce il meglio

della produzione gastronomica artigianale italiana.

Presso lo Spazio Open Dream di Treviso potrete percorre un viaggio culinario per conoscere e assaggiare l’enogastronomia più autentica, con i piccoli produttori provenienti da Nord a Sud, dal Centro e dalle isole.

Sono oltre 150 i produttori che si racconteranno attraverso storie, assaggi, cooking-show, isole monotematiche di prodotto, approfondimenti, tavole rotonde, laboratori, per tre giorni interamente dedicati al cibo italiano.

“Sappiamo che la pandemia non ha intaccato l’entusiasmo e la passione dei gastro-lover anzi, che hanno prodotto ancora più curiosità e voglia di conoscere quelle che sono le eccellenze di nicchia del Bel Paese. Per questo Gourmandia torna, aperta a tutti, con oltre 150 produttori “, dichiara Davide Paolini, ideatore della manifestazione.

L’ingresso è gratuito, sarà però necessario registrarsi sul sito https://gourmandia.cibovagare.it

Orario di apertura al pubblico, dalle 10 alle 20 e il lunedì dalle 10 alle 17, con una fascia dedicata agli operatori.

A Gourmandia ci saranno anche delle Isole dell’esperienza, delle aree dedicate a temi diversi.

L’Area della pizza, con appuntamenti, laboratori, nuove tendenze, degustazioni e approfondimenti su uno dei prodotti cult del made in Italy; l’Isola della Farina in collaborazione con Petra Molino Quaglia, in cui nei diversi momenti della giornata si alterneranno pasticceri, pizzaioli, pastai che prepareranno le loro specialità con i tanti tipi di farina Petra; il Mondo Valsana, con una serie di cooking show con i produttori fornitori dell’azienda con dibattiti e laboratori su tendenze attuali del mondo gastronomico, con focus su salumi e formaggi; e ancora, l’Area della Casatella: questo prodotto, non molto conosciuto, sarà raccontato e realizzato in diretta con making show di casari locali.

Ci sarà anche un’area dedicata al mondo dei distillati: l’area del gin, con approfondimenti e degustazioni di piccoli produttori; e l’area del sakè, una delle ultime riscoperte della gastronomia globale.

 

M.L.B.

Mail priva di virus. www.avg.com

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    2 + 14 =