Header Ad

Most Viewed

De profundis, la recensione alla ri-edizione del cult horror italiano

Una evocativa prova arriva da Oblivion Film che, a distanza di molte decadi, ripropone in DVD e Blu-Ray uno dei gioielli del cinema del terrore targato made in Italy e a firma di Luigi Cozzi, De Profundis.

Il regista Marc sta cercando di girare un film ispirato al romanzo “Suspiria de Profundis” di Thomas De Quincey. La sua compagna Anne dovrebbe interpretare la terribile strega Levana, ma quest’ultima non gradisce e ritorna in vita a perseguitare la coppia.

Inutile sottolineare quanto la prova di Cozzi, storico collaboratore di Dario Argento, volesse essere ai tempi (1989) un vero e proprio omaggio al regista romano e alla sua Trilogia delle Madri. Già solo, stando al racconto dello stesso Cozzi, contenuto tra gli extra di questa riedizione, per la partecipazione di Daria Nicolodi al soggetto. Ma ovviamente anche per il rimando costante alle tre madri, al De Quincey e alla madre dei sospiri, per poi presentare al pubblico la terza madre, la più temuta: Levana, la madre delle lacrime.

Riportato tra gli scaffali con il titolo originale di De Profundis, in realtà, la pellicola di Cozzi, che vede nel cast anche la partecipazione di Michele Soavi, oltre che di Caroline Munro, Urbano Barberini, Brett Halsey, Karina Huff e Florence Guerin, è stata all’epoca distribuita con il titolo Black Cat. Un curioso aneddoto, raccontato dallo stesso regista, spiega il perché di questo titolo: all’epoca infatti il distributore aveva già venduto a diversi paesi una serie di film ispirati ai racconti del celebre scrittore horror E.A. Poe, e non potendo farne a meno, fu chiesto a Cozzi di inserire nella sua opera stregonesca e metacinematografica, di tanto in tanto un gatto nero. Nulla a che fare quindi con il racconto di Baltimora, ma il cinema italiano di genere è anche questo: un unicum, proprio come questa chicca, che farà felici i cultori del cinema horror che fu.

 


Alessia Urrata

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    dodici − otto =