Header Ad

Most Viewed

Sognando Itaca, a vela contro la leucemia

Ha fatto tappa a Venezia la 14° edizione di Sognando Itaca, progetto mirato alla riabilitazione psico-sociale (prevalentemente vela terapia) dei pazienti ematologici. L’iniziativa, promossa da AIL in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, è stata patrocinata dalla Marina Militare, dal CONI, dalla Federazione Italiana Vela, dalla Lega Navale Italiana, dalla Fraglia Vela di Desenzano, dal Circolo Vela di Gargnano, da Univela Campione del Garda ed è stata presentata lunedì 12 giugno nel corso di una conferenza stampa presso la Reale Società Canottieri Bucintoro 1885 Venezia – Magazzini del Sale alle Zattere.

 

Sognando Itaca, nato nel 2006 come progetto di vela terapia volto alla riabilitazione psicologica e al miglioramento della qualità della vita dei malati con tumori del sangue, da quest’anno si trasforma in un veicolo di diffusione dell’importanza delle attività di riabilitazione psico-sociale in senso ampio (oltre alla grande attività di vela terapia anche l’arte terapia, attività assistite con gli animali, camminate, Yoga e molte altre occupazioni a contatto con la natura) nell’accompagnare i pazienti onco-ematologici nel loro percorso di cura. Attraverso Sognando Itaca AIL intende anche concentrare la sua attenzione sul binomio, ormai inscindibile, tra Ambiente e Salute, con l’obiettivo di conoscere e comprendere per prevenire e promuovere azioni di salvaguardia della salute.

 

Sono stati presenti all’incontro Giovanni Alliata di Montereale, Presidente Onorario AIL Venezia​​, Giuseppe Toro, Presidente Nazionale AIL​​, Cristina Skert, Direttore ff UOC Ematologia di Venezia – Mestre Responsabile UOS Trapianto Midollo Osseo​​, Giuseppe Navoni, Presidente AIL Brescia e coordinatore Sognando Itaca​​, Aurelio Angelini, Preside della Facoltà di Scienze dell’Uomo e della Società – Università degli studi di Enna “Kore”​, Franco Andaloro, Coordinatore Sicilia Cluster Tecnologico Nazionale Blue Italian Growth​​, Alessandro Simon, Presidente AIL Venezia.

 

Da parte di AIL non poteva venir meno l’attenzione all’ambiente proprio a causa delle sue ripercussioni sulla salute”. – dichiara Giuseppe Toro, Presidente Nazionale AIL – “La crisi ambientale è il risultato anche di un importante aumento di fonti inquinanti sia nell’aria che negli altri ambienti. La disponibilità di dati scientifici e studi relativi alle relazioni tra inquinamento ambientale e salute a livello nazionale e internazionale dovrebbero condurre a urgenti azioni e normative politiche in materia di regolamentazione della tutela ambientale, sicurezza alimentare, tutela sanitaria e all’immissione di sostanze tossiche sull’ambiente e nel cibo. La tradizionale iniziativa AIL Sognando Itaca ben si iscrive su questo tema”.

 

“L’ambiente e la salute sono strettamente collegati, e uno stile di vita sostenibile può avere un impatto significativo sulla salute individuale e collettiva. – Aggiunge Aurelio Angelini, Preside della Facoltà di Scienze dell’Uomo e della Società – Università degli studi di Enna Kore Le scelte alimentari sono parte integrante di uno stile di vita sostenibile e possono contribuire alla promozione della salute, così come le terapie complementari come la vela-terapia e la ginnastica  che possono svolgere un ruolo importante nel promuovere il benessere e la salute”.

 

 

Franco Andaloro, Coordinatore Sicilia Cluster Tecnologico Nazionale Blue Italian Growth afferma “La tutela dell’ambiente e della sua biodiversità è alla base dello sviluppo economico e del benessere umano. Il biota marino è oggi fortemente compromesso dalla pressione antropica, dal cambiamento climatico. Le risorse ittiche che per migliaia di anni hanno convissuto con l’avvento della pesca industriale sono oggi sovrasfruttate. Tanto che l’Italia dipende dall’estero per il 72% del consumo ittico nazionale. La valorizzazione delle specie massive e dimenticate è l’unica strada oggi percorribile verso la sostenibilità”.

 

La barca di Sognando Itaca è partita il 10 giugno da Trieste, per un tour in 9 tappe che abbraccia il Mar Adriatico, con l’arrivo previsto a Brindisi il 23 giugno. L’iniziativa offre la possibilità ai pazienti di navigare accompagnati da un team multidisciplinare. La giornata ha avuto come veri protagonisti i pazienti che grazie all’iniziativa Sognando Itaca possono provare l’emozione unica di passare una giornata in mare aperto, la vela infatti, per le sensazioni che offre e per le condizioni uniche e suggestive in cui viene praticata, ha una funzione terapeutica e contribuisce a rafforzare il rapporto esistente tra pazienti, medici, psicologi e nutrizionisti che compongono l’equipaggio assieme al personale di bordo.

 

L’iniziativa si inserisce tra le attività che l’AIL e le sue 83 sezioni provinciali organizzano in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma del 21 giugno. La Giornata, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e istituita permanentemente dal Consiglio dei Ministri, è dedicata all’informazione sulle ultime novità scientifiche nella cura dei tumori del sangue e sui progetti per il miglioramento della qualità della vita dei pazienti.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    20 − dodici =