Header Ad

Most Viewed

Tissi: una storia di roccia e determinazione

La terra bellunese ha dato e dà i natali a tanti alpinisti di spessore.

𝗔𝘁𝘁𝗶𝗹𝗶𝗼 𝗧𝗶𝘀𝘀𝗶, nato a Vallada Agordina nel 1900, è stato alpinista, imprenditore edile e protagonista dell’arrampicata negli anni ‘30 del ‘900 con importanti ripetizioni e prime ascensioni in Civetta.

Fu tra gli elementi di punta dei sestogradisti bellunesi che rivaleggiarono con la scuola tedesca. Con Giovanni Andrich fece la prima italiana della via Solleder alla Civetta

Nel 1931 aprì la via di VI grado superiore sulla parete sud della Tofana di Rozes. Nel gruppo del Civetta vanno ricordate almeno le vie sulla parete NordOvest del Pan di Zucchero (1932, con Andrich e Rudatis) e sulla parete Sud della Torre Venezia (1933, con Andrich e Bortoli).

Abbandonò l’alpinismo di punta dopo un incidente motociclistico nel 1938.

Partecipò alla lotta di liberazione e nel 1948 fu eletto senatore nelle liste socialiste.

Attilio Tissi morì nel 1959 cadendo durante una scalata sulla Torre Lavaredo.

 

Oggi porta il suo nome il Rifugio Tissi al Col Reàn, 2.250 mt, è stato inaugurato dalla sezione del Cai  Belluno nel 1963.

E’ situato nel comune di Alleghe, in una splendida posizione, sopra all’omonimo Lago e sotto la meravigliosa parete del Monte Civetta, detta anche  “La Parete delle Pareti”.
Si trova all’interno del territorio delle Dolomiti UNESCO, iscritto nella lista dei Patrimoni Naturali dell’Umanità, e fa parte del progetto “Waves Over Mountains” per la tecnologia dell’informazione nelle aree Dolomitiche.

Dalla Croce di vetta si può ammirare uno dei più suggestivi panorami su quasi tutte le vette Dolomitiche, è un importante punto d’appoggio dell’Alta Via n.1 e della Monaco-Venezia ed è anche un ottimo punto d’arrivo per escursionisti e famiglie.

 

(Fonte”Enciclopedia delle Dolomiti” e sito Rifugio Tissi)


Pamela D'Incà

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    quattordici + nove =