Guardie venatorie, la Corte Costituzionale promuove la scelta del Veneto

La Corte costituzionale promuove la scelta del Veneto di istituire il Servizio di vigilanza regionale in materia di fauna, pesca e ambiente e di ‘traghettare’ quindi – sotto un’unica gestione regionale – il personale delle Polizie provinciali. Con la Sentenza n. 82 i giudici della Consulta hanno respinto il ricorso del Governo, che aveva contestato l’invasione della competenza statale esclusiva in materia di ‘ordine pubblico e sicurezza’.

Continua a leggere “Guardie venatorie, la Corte Costituzionale promuove la scelta del Veneto”

Michielli (Federalberghi) “Venezia a numero chiuso. Stringere i controlli su B&B e case in affitto”

di Giorgio Gasco*

Il Veneto sempre primo nella classifica del turismo nel nostro Paese. Lo dicono i dati raccolti dalla Regione riferiti al 2017. Batte tutti, con la cifra record che sfiora i 70 milioni. Meglio, 69 milioni di presenze (turisti che pernottano per almeno due giorni) contro i 65 milioni del 2016, e 19 milioni di arrivi (chi ha dormito almeno una notte). Continua a leggere “Michielli (Federalberghi) “Venezia a numero chiuso. Stringere i controlli su B&B e case in affitto””

Boom di turisti, Pasqua e Pasquetta col pienone

Pasqua 2018: per Federalberghi Veneto un bilancio positivo, dalla montagna al mare, dalle città d’arte alle terme, al lago di Garda.

L’occupazione media delle camere negli hotel di tutte le destinazioni è stata dell’85% circa, con punte del 100% alle terme di Abano-Montegrotto. Tra le città d’arte, Venezia e Verona sono state letteralmente prese d’assalto, con il trasporto lagunare messo a dura prova da una folla colossale di turisti, le autostrade verso le spiagge e la montagna intasate per l’esodo della Pasquetta, e i parcheggi pieni nelle città d’arte.

“è andata bene, anche se come spesso ultimamente assistiamo sempre più a un turismo di quantità che di qualità – commenta il presidente regionale di Confturismo e di Federalberghi Veneto Marco Michielli – L’immagine dei turisti che ieri ballavano nudi a un passo da Rialto la dice lunga. Per non parlare di quelli assiepati lungo le rive dei canali o sulla scalinata della stazione di Santa Lucia, tutti a banchettare allegramente spargendo rifiuti”.

“Tornando a più edificanti argomenti, le Dolomiti venete hanno regalato due intere giornate di splendido sole e la neve caduta in montagna ha favorito l’arrivo di molti turisti, con Cortina che si conferma regina, e che avrà le piste aperte fino a maggio – prosegue Michielli – In barba ai meteo-terroristi che avevano annunciato acqua alta a Venezia e pioggia in altre località, il bel tempo ha fatto registrare il sold out in tutte le località, spiagge comprese, con Jesolo che ha visto aperti 78 hotel, Sottomarina e Chioggia al completo”.

Secondo uno studio di Federalberghi, la spesa media pro-capite dei turisti è stata di circa 350 euro e, come sottolinea il presidente di Federalberghi Veneto, circa il 60% ha prenotato la stanza rivolgendosi direttamente alla struttura. “è il primo segnale che la tendenza si sta invertendo – conclude Michielli – I consumatori stanno finalmente capendo che la prenotazione diretta nei siti degli alberghi, o via telefono, è più conveniente rispetto a quella fatta nei grandi portali”.


 

E’ un cane, non un lupo. Assessore Pan: “Attenzione alta per il rischio ibridazione”

Non è un lupo, né un ibrido, ma un cane, l’animale avvistato e catturato il 23 marzo scorso nella zona di Passo delle Fittanze, in Comune di Erbezzo, nel Parco regionale della Lessinia, con il coinvolgimento dei Carabinieri Forestali, delle Guardie del Parco della Lessinia e della Polizia Provinciale di Verona. Continua a leggere “E’ un cane, non un lupo. Assessore Pan: “Attenzione alta per il rischio ibridazione””

Pasqua con il pienone: bene le Dolomiti, Terme in “sold out”

Pasqua e turismo: la sorpresa è il pienone alle terme, buone le prenotazioni anche in montagna (meteo permettendo), mentre tra le città d’arte sorride Verona. È quanto emerge dall’indagine di Federalberghi Veneto nelle strutture associate. “Un periodo piuttosto buono per il turismo – commenta il presidente regionale e vicepresidente nazionale Marco Michielli – Rimangono ancora alcune determinanti criticità, come il dilagare di strutture ‘non meglio identificate’ che esercitano una concorrenza scorretta sia nei confronti del fisco che dei consumatori, che delle imprese regolari. Continua a leggere “Pasqua con il pienone: bene le Dolomiti, Terme in “sold out””

Il Veneto verde, 465mila ettari di foreste da “far fruttare”

Sono ben 465.000 gli ettari di superficie forestale nel Veneto, pari al 25% del territorio regionale. Un patrimonio, quello dei boschi veneti, gestito con oculatezza fin dai tempi della Repubblica Serenissima che dal Cadore, Cansiglio e Montello, ma non solo, traeva il legname che ha contribuito a far grande la sua potenza.

Oggi le politiche forestali, a partire da quelle dettate dall’Unione Europea, si pongono una serie di obiettivi che, data la loro importanza, non possono essere trascurati o sottovalutati. Il ruolo delle foreste nella lotta ai cambiamenti climatici è sotto gli occhi di tutti, come pure per la conservazione della biodiversità; ma le foreste sono parimenti importanti anche quando si parla di bioeconomia e di politiche di sviluppo rurale. In altre parole, i boschi e le foreste, oggi più che mai, svolgono una duplice funzione di “fabbrica di legname”  e di “fornitori di beni e servizi”, non solo di carattere ambientale, che interessano l’intera comunità.

Di questi importanti argomenti, e in particolare delle tante opportunità offerte dalle foreste, se ne parlerà venerdì 23 marzo (ore 9:30) a Longarone (Bl), presso la Fiera, in occasione di un convegno promosso da Veneto Agricoltura, d’intesa con Regione, Università di Padova, Eustafor e Crea. Due le sessioni previste: un focus con esperti e tecnici incentrato sulle politiche forestali in atto in Europa, Italia e Veneto con un’attenta analisi delle ricadute delle misure specifiche previste dal Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 e, a seguire, una tavola rotonda che proporrà un confronto con i rappresentanti degli operatori della filiera foresta-legno-energia.

Si farà cenno anche al nuovo Testo unico forestale, approvato nei giorni scorsi, che riordina la normativa in materia di foreste e filiere forestali, in coerenza con la strategia nazionale definita dal Programma quadro per il settore forestale, la normativa europea e gli impegni assunti in sede europea e internazionale in materia forestale, di agricoltura, ambiente, paesaggio, commercio e sviluppo rurale. L’evento sarà anche l’occasione per presentare la pubblicazione “Il risveglio della foresta. Le politiche forestali dalla Serenissima ad oggi”, edito da Veneto Agricoltura. Ricordiamo che nel pomeriggio di venerdì e fino a domenica sarà possibile visitare i padiglioni della Fiera che accolgono la 39^ edizione di Agrimont, l’importante kermesse dedicata alle attività legate ai territori di montagna. Molte le proposte per gli operatori e per chi vive e vuole conoscere le attività e i prodotti dell’ambiente rurale montano.


 

I fenicotteri rosa arrivano anche al “Bonello”, avvistati sul Delta del Po

Ai fenicotteri rosa il Veneto piace sempre di più, scatenando l’interesse di fotografi e appassionati. È la volta del lago di valle del “Centro Bonello” di Veneto Agricoltura (Sacca di Scardovari), nel Comune di Porto Tolle (Ro) sul Delta del Po. La specie, il cui avvistamento sino a non molti anni fa era sporadico nelle lagune venete, sembra oggi in incremento numerico. Continua a leggere “I fenicotteri rosa arrivano anche al “Bonello”, avvistati sul Delta del Po”

Lupi sull’Altopiano di Asiago: patto tra Regioni e Enti locali per la prevenzione

Interventi di prevenzione più coordinati e indennizzi in tempi più rapidi agli allevatori colpiti dagli assalti del lupo. Sono i due obiettivi di lavoro che la Regione Veneto, rappresentata dall’assessore all’agricoltura Giuseppe Pan e dal responsabile della direzione regionale Agroambiente  caccia e pesca Andrea Comacchio, ha presentato alla Comunità montana dell’altopiano di Asiago, rappresentata dal sindaco di Gallio Emanuele Munari,  nell’incontro svoltosi nel Palazzo della Reggenza e dedicato alla presenza del grande carnivoro nell’area dei Setti Comuni. Continua a leggere “Lupi sull’Altopiano di Asiago: patto tra Regioni e Enti locali per la prevenzione”

Donne & turismo, il Veneto sale sul podio

Donne e turismo, il Veneto sale sul podio: è la terza regione in Italia per numero di occupate nel settore ricettivo, balneare, della ristorazione e dei tour operator.

Secondo l’8° Rapporto sul mercato del lavoro nel turismo, realizzato da Federalberghi e Fipe per l’Ente Bilaterale Nazionale del Turismo, le 523.188 lavoratrici dipendenti impiegate a livello nazionale in alberghi, bar, campeggi, discoteche, parchi a tema, ristoranti, stabilimenti balneari, terme e tour operator costituiscono più della metà (il 54%) degli occupati nel settore. A queste si aggiunge una moltitudine di lavoratrici occupate in posizione autonoma, come titolari o collaboratrici dell’impresa, il cui ruolo è altrettanto importante.

Il turismo si conferma molto attento alle giovani leve: il 40,8% delle lavoratrici dipendenti ha meno di 30 anni e il 66% meno di quaranta. In testa alla classifica delle regioni con il maggior numero di lavoratrici vi è la Lombardia (100.016), seguita un po’ a distanza dall’Emilia Romagna (62.979) e dal Veneto (53.561).

“Accolgo con gioia la notizia che il Veneto è tra le prime tre regioni a tingere di rosa l’Italia del turismo – dichiara il presidente regionale di Confturismo e di Federalberghi Veneto Marco Michielli – Il nostro è da sempre un settore che non ha bisogno di stabilire quote rosa, ma è fondato sulla straordinaria empatia e capacità organizzativa, creativa e di ospitalità delle donne, presenti in tutti i reparti, dalle mansioni dirigenziali e organizzative fino a quelle più strettamente operative”.

“Quella femminile è una presenza autorevole anche in alcune delle nostre territoriali; penso alla presidente degli albergatori di Padova Monica Soranzo, di Cortina Roberta Alverà, alle colleghe di Rimini, Patrizia Rinaldis, e del Friuli Venezia Giulia, Paola Schneider”, conclude Michielli.

 

Condhotel: ecco le regole per nuove formule di ricettività

Sta per essere pubblicata nella Gazzetta Ufficiale la disciplina delle condizioni di esercizio dei condhotel, originariamente contenuta nel decreto “Sblocca Italia” del 2014. In seguito, ciascuna Regione ne disciplinerà le modalità per l’avvio e l’esercizio.Il presidente di Federalberghi Veneto, Marco Michielli, esprime soddisfazione per un “Fondamentale traguardo faticosamente raggiunto”.

Continua a leggere “Condhotel: ecco le regole per nuove formule di ricettività”