Funerali Romoli, “gelo” tra la famiglia e Forza Italia

Non s’é decisamente ancora spenta l’eco suscitata da quanto accaduto in occasione del funerale del presidente del Consiglio regionale Ettore Romoli celebrato a Gorizia con la partecipazione di diverse migliaia di persone. Continua a leggere “Funerali Romoli, “gelo” tra la famiglia e Forza Italia”

Fvg, definiti gli uffici di presidenza delle 6 commissioni consiliari con 3 presidenti della Lega

di Lucio Leonardelli*

Tre alla Lega, e una ciascuna a Fratelli d’Italia, Forza Italia e Autonomia Responsabile, gruppo quest’ultimo che era rimasto a bocca asciutta nella “spartizione” dei posti in giunta. Queste le presidenze definite oggi da parte delle sei Commissioni permanenti del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, le cui competenze sono stabilite dall’articolo 29 del regolamento interno del Consiglio stesso, che hanno eletto i rispettivi Uffici di Presidenza.

I Commissione (bilancio e programmazione, credito, finanze, imposte, tributi, contabilità, demanio e patrimonio, organizzazione della Regione, degli enti e delle agenzie regionali, personale degli enti del comparto unico regionale, società a partecipazione regionale, statistica e sistemi informativi, libro fondiario): presidente Alessandro Basso (FdI/AN), vicepresidenti Giuseppe Ghersinich (Lega) e Roberto Cosolini (Pd), consigliere segretario Ivo Moras (Lega);

II Commissione (agricoltura e foreste, sviluppo della montagna, pesca marittima e acquacoltura, industria, artigianato, commercio interno ed estero, fiere e mercati, turismo e terziario, sostegno all’innovazione nei settori produttivi, tutela dei consumatori, professioni, lavoro e cooperazione): presidente Alberto Budai (Lega), vicepresidenti Franco Mattiussi (FI) e Cristian Sergo (M5S), consigliere segretario Claudio Giacomelli (FdI/AN);

III Commissione (tutela della salute, servizi sociali, alimentazione, previdenza complementare e integrativa): presidente Ivo Moras (Lega), vicepresidenti Alessandro Basso (FdI/AN) e Simona Liguori (Cittadini), consigliere segretario Mara Piccin (FI).

IV Commissione (lavori pubblici, edilizia, espropriazione, pianificazione territoriale, viabilità, trasporti, porti e aeroporti civili, navigazione, protezione civile, energia, parchi e riserve naturali, caccia, pesca nelle acque interne, tutela dell’ambiente e del paesaggio, cave, miniere, acque minerali): presidente Piero Camber (FI), vicepresidenti Lorenzo Tosolini (Lega) e Mariagrazia Santoro (Pd), consigliere segretario Antonio Calligaris (Lega);

V Commissione (affari istituzionali e statutari, forma di governo, elezioni, disciplina del referendum, autonomie locali, usi civici, rapporti esterni e con l’Unione europea, organi di garanzia, beni e attività culturali, identità linguistiche, spettacoli e manifestazioni, attività sportive, corregionali all’estero): presidente Diego Bernardis (Lega), vicepresidenti Furio Honsell (Open Sinistra FVG) e Mauro Di Bert (Progetto FVG), consigliere segretario Lorenzo Tosolini (Lega);

VI Commissione (educazione, istruzione, formazione professionale, università, ricerca scientifica e tecnologica, politiche giovanili, politiche socio-educative familiari, attività ricreative e motorie, volontariato, associazionismo, politiche della pace, della solidarietà, della cooperazione allo sviluppo e dell’immigrazione, politiche della comunicazione): presidente Giuseppe Sibau (Ar), vicepresidenti Chiara Da Giau (Pd) e Stefano Turchet (Lega), consigliere segretario Piero Camber (FI).

Nel frattempo, la Conferenza dei capigruppo, presieduta dal vicepresidente Francesco Russo stante la perdurante assenza del presidente Ettore Romoli a causa di problemi di salute, ha ridefinito il calendario dei lavori d’Aula del mese di Giugno.

Lunedì 25 giugno l’Assemblea sarà convocata in seduta pomeridiana, dalle 14.30 alle 18.30, per discutere il Rendiconto del Consiglio regionale per l’anno 2017 e la proposta di legge in materia di vitalizi e organi consiliari.

Il Consiglio regionale si riunirà nuovamente giovedì 28, a partire dalle 10.00. In apertura di seduta spazio al Question Time; a seguire la discussione sul disegno di legge contenente norme urgenti in materia di funzioni delle UTI e la mozione n.1, del Gruppo del Patto per l’Autonomia, per l’istituzione di una Commissione d’inchiesta sui rapporti finanziari intercorsi tra Stato e Regione FVG nelle legislature Tondo e Serracchiani.

Completeranno il programma dei lavori le votazioni per la elezione di cinque componenti della Commissione Fondo Trieste e di tre componenti dell’Ufficio di presidenza integrato.
La Conferenza ha anche stabilito che le sedute d’Aula dedicate all’assestamento di bilancio si svolgeranno nelle giornate da lunedì 23 a mercoledì 25 luglio.


IMG-20180515-WA0026*Giornalista

Friuli VG. Addio a Romoli, bandiere a mezz’asta e 3 giorni di lutto

Bandiere a mezz’asta nelle sedi del Consiglio regionale e del Comune di Gorizia fino a domani, giorno in cui, alle 12, nella Chiesa di Sant’Ignazio in Piazza Vittoria saranno celebrate le esequie funebri di Ettore Romoli, deceduto nella notte tra mercoledì e giovedì all’ospedale di Udine dove si trovava ricoverato da una quindicina di giorni.

Continua a leggere “Friuli VG. Addio a Romoli, bandiere a mezz’asta e 3 giorni di lutto”

Autovie venete, traffico in aumento del 2,6%, arriva l’app “InfoViaggiando”

di Lucio Leonardelli*

Nel 2017, sulla rete di Autovie Venete, l’ incremento del traffico è stato del 2,6% sul 2016 passando da 47 milioni 033 mila transiti a 48 milioni 262 mila. Di questi, 35 milioni 590 mila sono veicoli leggeri (+ 1,36%), mentre 12 milioni 672 mila sono veicoli pesanti (+ 6,30%). L’incremento dei mezzi pesanti è notevolissimo e la crescita non si ferma nei primi 5 mesi del 2018 è stata del +5,02%. Nel periodo gennaio-maggio, infatti, dai 5 milioni 051 mila transiti del 2017, i transiti sono passati 5 milioni 304 mila del 2018. Nei primi 5 mesi del 2018, sono stati registrati, praticamente, quasi 1.800 mezzi pesanti in più al giorno, mentre assistiamo a un calo di quelli leggeri (-1,01%) e questo perché chi effettua spostamenti di medio-breve raggio sceglie la viabilità ordinaria, in attesa della fine dei lavori.

I dati sono stati illustrati dal presidente di Autovie Venete Maurizio Castagna durante la conferenza stampa congiunta con la presidente di Cav Luisa Serrato e di Bruno Chiari, direttore generale di Serenissima, Concessionaria del tratto autostradale Brescia Padova, durante la quale sono state presentate le azioni pianificate per affrontare l’esodo estivo e la nuova app “InfoViaggiando”.

“L’aumento del traffico, quasi superfluo dirlo, ha messo sotto pressione la rete autostradale che – ha precisato Castagna – già in condizioni normali fa fatica a reggere volumi così elevati”.

A fronte dell’incremento del traffico, è cresciuta anche l’incidentalità. Nel 2017 ci sono stati 701 incidenti, (erano 631 nel 2016) con oltre 1 milione di transiti in più! Premesso che gli incidenti sono dovuti principalmente al non rispetto delle regole del codice della strada – dalla mancata osservanza delle distanze di sicurezza, all’uso degli smart phone alla guida – i cantieri per i lavori della terza corsia in A4, con le corsie a larghezza ridotta e la mancanza di corsia d’emergenza complicano ancor più la regolare circolazione in autostrada, con la necessità spesso di chiuderla per poter intervenire in caso di incidente. Questo perché, appunto, al posto di due corsie più emergenza ora ce ne sono due più strette (da 3 mt e 50) e niente emergenza. Ogni incidente quindi, anche se non è gravissimo, richiede molto più spesso di prima la chiusura dell’autostrada per la rimozione dei mezzi e raramente c’è la possibilità di far defluire, seppur lentamente, il traffico bloccato.

“La terza corsia – ha ribadito Castagna – diventa dunque fondamentale non soltanto per rendere più fluido il traffico, ma anche per ridurre l’incidentalità, (nel primo lotto Quarto D’Altino San Donà di Piave, dove è già costruita la circolazione è decisamente scorrevole e gli incidenti sono diminuiti) si è passati da 240 a 118 dopo i lavori, quindi il 51% in meno! Proprio per questo Autovie sta spingendo al massimo per realizzarla quanto prima (contiamo di completare i lavori entro la metà del 2020) innanzitutto nel tratto Portogruaro Palmanova, considerato il più critico.”

Nell’aprile 2017 sono partiti i cantieri relativi al terzo lotto che si sviluppa fra Alvisopoli e Gonars. Nel tratto interessato dai lavori il limite di velocità è di 80 chilometri all’ora ridotto a 70 chilometri all’ora per i mezzi pesanti che, a pieno carico, superano le sette tonnellate e mezzo. In ottobre, sempre del 2017, sono stati avviati i lavori sul tratto di A4 compreso fra Gonars e Palmanova (primo sub lotto del quarto lotto), un intervento che va a insistere anche sull’interconnessione fra la A23 e la A4, il cosiddetto nodo di Palmanova. Alla fine di marzo di quest’anno è stato siglato il contratto d’appalto anche per i lavori del tratto Portogruaro – Alvisopoli (primo sub lotto del secondo lotto) i cui cantieri apriranno dopo l’estate.

“Per gestire il traffico in questo periodo e intervenire efficacemente in caso di necessità -a detto il Presidente e Ad di Autovie Venete – sono state adottate una serie di misure quali segnaletica potenziata, limiti di velocità, autovelox, controlli Polstrada intensificati. Con la regia dei Prefetti di Udine, Trieste e Venezia, inoltre, sono stati studiati e adottati appositi protocolli operativi per coordinare gli interventi in caso d’emergenza, utilizzando un modello unico di procedura, condiviso e codificato, per aumentare la sicurezza e gestire eventuali criticità.”

Per quanto riguarda l’infomobilità, grazie alla continua evoluzione tecnologica oggi possiamo veramente dire che la diffusione delle notizie ha a disposizione una quantità di canali tale da raggiungere veramente tutti: dalle trasmissioni radiofoniche ai siti web dalle applicazioni scaricabili gratuitamente ai canali social, fino al numero verde InfoViaggiando 800.99.60.99.  InfoViaggiando è anche il nome della nuova app e del nuovo sito che riuniscono in un unico – diciamo così – contenitore, tutte le informazioni sul traffico, aggiornate in tempo reale – riguardanti le reti autostradali gestite da Autovie Venete, Cav e Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova.

Frutto di una sempre più stretta e concreta collaborazionefra Concessionarie autostradali per migliorare l’informazione all’utenza, InfoViaggiando contiene tutte le informazioni sul traffico, gli incidenti, i lavori e le chiusure per quanto riguarda la viabilità dell’intera A4 da Brescia a Trieste e di altri tratti autostradali.

“Per cercare di diffondere in modo ancora più capillare l’informazione all’utenza soprattutto per quanto riguarda i cantieri attivi sulla A4 – ha spiegato Castagna – a breve partirà una massiccia campagna di comunicazione #LaTerzaCorsiaSiFaStrada che utilizzerà strumenti tradizionali come affissioni e depliant a strumenti innovativi come video, clip, Facebook e Instagram, due social che andranno ad aggiungersi a Twitter e YouTube: #laterzacorsiasifastrada è lo slogan scelto che accompagnerà tutti i messaggi e le attività fino alla fine dei lavori. “

Alla conferenza erano presenti anche i rappresentanti della Polstrada: Cinzia Ricciardi, comandante della Polizia stradale del Veneto; Gianluca Romiti, comandante del Centro Operativo Autostradale di Udine e Antonio Di Gregoli primo Dirigente del Compartimento Polstrada Fvg in sostituzione del comandante Paolo Sartori.

Di Gregoli ha fornito i dati relativi alle violazioni accertate sulla rete di Autovie dal 1 gennaio 2018 al 10 giugno 2018. Complessivamente i servizi di pattuglia effettuati sono stati 2 mila 542, le violazioni sono state 11 mila 962, di cui 5 mila 630 rilevate con gli autovelox; 292 gli incidenti, di cui 3 mortali. Di Gregoli si è soffermato in particolare sulla necessità di adottare una guida attenta e prundente.

“Noi – ha affermato – ci impegneremo al massimo nella prevenzione del formarsi delle code e nella loro segnalazione, perché ci rendiamo conto che più la marcia è lenta più la tentazione di distrarsi è forte e potenzieremo ulteriormente le pattuglie anche quelle di polizia giudiziaria”.

Dal canto suo, Luisa Serato, presidente di CAV, la società che gestisce il Passante di Mestre, ha evidenziato che “nelle giornate di esodo, personale di ditte incaricate sarà presente in corrispondenza delle intersezioni A4/A57 e A4/A27 per la predisposizione di eventuali deviazioni nel minor tempo possibile.”

“Sempre in tali giornate – ha aggiunto -gli Ausiliari della Viabilità di CAV saranno affiancati da personale di imprese qualificate per la segnalazione delle code; saranno inoltre presenti presidi fissi con carri attrezzi adibiti al soccorso meccanico, leggero e pesante, che stazioneranno presso i caselli di Spinea e Padova Est. “

Gli Ausiliari della Viabilità effettueranno il servizio di presegnalazione delle code, fondamentale per la prevenzione degli incidenti e il servizio di pronto intervento su incidente, con quattro unità, ciascuna dotata di un furgone attrezzato.

Tutte le 95 porte disponibili nelle 7 stazioni autostradali gestite da CAV saranno presidiate nelle giornate in cui è prevista la maggior concentrazione di traffico e sarà garantita l’apertura di tutte le porte di uscita, complessivamente 57, suddivise in 31 casse automatiche (di cui 21 con possibilità di utilizzo in modalità manuale con operatore), 23 Telepass, 3 Viacard. Verrà inoltre garantita la presenza di personale tecnico per il pronto intervento di ripristino di guasti agli impianti di esazione pedaggio e informazione all’utenza.

Nel dettaglio, nei giorni più critici saranno a disposizione dell’utenza: 4 furgoni attrezzati degli Ausiliari della Viabilità, 3 automezzi per il soccorso meccanico, 1 ambulanza per il soccorso sanitario, 2 mezzi attrezzati con segnaletica per il servizio code, 122 pannelli a messaggio variabile per l’informazione all’utenza, di cui 1 su carrello mobile, 126 telecamere per il controllo visivo delle tratte autostradali e della rete di adduzione, 34 webcam accessibili dal sito internet della società.


IMG-20180515-WA0026*Giornalista

Friuli Vg, mondo politico il lutto: morto Romoli, presidente del Consiglio

di Lucio Leonardelli*

Il mondo politico del Friuli Venezia Giulia è nuovamente in lutto. Dopo la recente scomparsa dell’ex Senatore Mario Toros, è deceduto infatti la scorsa notte all’ospedale di Udine dov’era ricoverato da un paio di settimane il presidente del Consiglio regionale Ettore Romoli. Continua a leggere “Friuli Vg, mondo politico il lutto: morto Romoli, presidente del Consiglio”

Fvg, Il porto di Trieste si presenta a Praga davanti ad oltre 150 operatori della Repubblica Ceca

di Lucio Leonardelli*

Il porto di Trieste promuove la sua anima mitteleuropea. Dopo i road-show a Monaco, Vienna e Budapest, lo scalo giuliano si è presentato a Praga ad una platea di 150 operatori del settore e investitori, con l’idea di rafforzare ulteriormente i rapporti commerciali e aumentare le connessioni ferroviarie con la Repubblica Ceca.

Organizzato al centro Manes, in un palazzo storico degli anni ’30 affacciato sul fiume Moldava, l’evento di presentazione del porto e delle sue prospettive di sviluppo, è stato promosso ed organizzato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Praga e la Camera di Commercio Italo-Ceca.

Durante i saluti di apertura, l’ambasciatore Aldo Amati ha sottolineato il ruolo strategico del porto di Trieste per il Centro-Est Europa, ma soprattutto le relazioni che il presidente dell’Authority giuliana, Zeno D’Agostino sta portando avanti su scala internazionale, specialmente con la Cina.

A seguire gli interventi di Alessandro Pasquale, vice presidente della Camera di Commercio Italo-Ceca, e di Mario Carini delle Assicurazioni Generali che ha rimarcato il legame storico che unisce la compagnia assicurativa al suo porto, fin dalla fondazione.

Sul ruolo di Trieste quale gateway per tutto il bacino mitteleuropeo, si è soffermato il presidente D’Agostino.

“Siamo un porto in controtendenza rispetto agli altri scali italiani. La nostra vocazione – ha detto – è internazionale: il 90% dei nostri traffici è diretto all’estero, mentre il 10% serve il mercato interno”.

Per poi proseguire: “Tutto quello che facciamo è collegato alla ferrovia. Lo sviluppo ferroviario del porto sta conoscendo una crescita senza precedenti, dai 5980 treni del 2015, siamo passati a 8681 nel 2017 e puntiamo a toccare quota 10.000 a chiusura 2018”.

Dal porto di Trieste, i terminal che offrono connessioni settimanali verso la Repubblica Ceca, sono il molo VII e VI.

Dal terminal container di Trieste Marine Terminal, partono 3 coppie di treni alla settimana per Paskov. Si tratta di un company train, gestito da MSC, a cui si aggiunge anche il collegamento con 4 partenze alla settimanaverso il terminal slovacco di Dunajská Streda, situato a sud di Bratislava. Questi due servizi, come ha sottolineato Michaela Svrckova, responsabile di MSC Praga per la Repubblica Ceca e la Slovacchia, hanno un utilizzo in import/export che raggiunge quasi il 100%, segno che il collegamento funziona e ha ampi margini di crescita sulle frequenze.

Numeri importanti anche per EMT, che storicamente ha sempre avuto una forte vocazione ferroviaria. Dal molo VI, ha spiegato Murat Boğ, manager di Ekol, il gruppo turco che controlla il terminal intermodale, partono invece 4 coppie di treni settimanali verso Ostrava, su cui vengono trasportati prevalentemente mobili, penumatici, collettame e componentistica di automobili.

Ottima la performance di TAL SIOT, che partendo dal porto di Trieste, rifornisce il 50% del fabbisogno energetico della Repubblica Ceca. Sono 3.775.722 le tonnellate  esportate in questo paese nel 2017 (+93% sul 2016).

La serata ha offerto ampie prospettive di business anche agli altri operatori triestini presenti alla missione, tra cui l’Associazione degli spedizionieri, l’interporto di Trieste, il gruppo Samer e la Trimar.

L’evento è stato anche un importante occasione per ricordare i legami culturali e storici che corrono tra Trieste e Praga. E tornano le Generali nelle ultime immagini proiettate e commentate da D’Agostino con un giovane Kafka impiegato nel comparto vita, presso la Rappresentanza delle Generali di Praga tra il 1907 e il 1908. Non è mancato infine un richiamo al Porto Vecchio e alla macchine della Centrale Idrodinamica, originarie proprio dello storico distretto industriale di Praga, Karolinenthal, oggi denominato Karlin.

La missione si è conclusa con alcuni incontri istituzionali presso il Ministro dei Trasporti e la Direzione generale  delle Ferrovie Ceche.


IMG-20180515-WA0026*Giornalista

Mediocredito, si all’accordo per integrazione con il Gruppo Iccrea

di Lucio Leonardelli*

Nel corso dell’Assemblea ordinaria, il Presidente di Mediocredito Friuli Venezia Giulia Emilio Casco ha informato gli azionisti delle autorizzazioni rilasciate da Banca Centrale Europea e da Banca d’Italia in merito all’accordo per l’operazione di integrazione con il Gruppo bancario Iccrea. Continua a leggere “Mediocredito, si all’accordo per integrazione con il Gruppo Iccrea”

Il Friuli VG piange Mario Toros, parlamentare per 29 anni: commemorazione in Consiglio

di Lucio Leonardelli*

Il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia renderà omaggio giovedì prossimo, 7 giugno, alla figura di Mario Toros, morto ieri all’età di 96 anni, una vita dedicata all’impegno sociale e politico, vissuta con passione, competenza, lungimiranza, ascolto costante della gente, capacità di confronto e mediazione, uniti a un grande amore per la sua terra; un’azione scandita – dopo l’attività di sindacalista – in diversi incarichi di governo e, infine, nella ventennale presidenza dell’Ente Friulani nel mondo. Continua a leggere “Il Friuli VG piange Mario Toros, parlamentare per 29 anni: commemorazione in Consiglio”

Friuli VG: Piano regolatore del Porto, si accelerano i tempi

di Lucio Leonardelli*

“Per la definizione del nuovo Piano regolatore del porto (Prp) di Monfalcone sarà fondamentale ascoltare e comprendere le necessità di tutti gli enti e i soggetti pubblici e privati coinvolti, al fine di accelerare al massimo i tempi per la definizione di un documento di programmazione atteso da decenni”. Continua a leggere “Friuli VG: Piano regolatore del Porto, si accelerano i tempi”

Strage di Peteano, il ricordo della Regione

di Lucio Leonardelli*

“In questo particolare momento che sta attraversando la nostra Repubblica il ricordo dell’ignobile e vile attentato di Peteano ci riporta a quelli che sono i valori fondanti del nostro Stato: libertà, giustizia e legalità; quella stessa legalità che quei tre carabinieri avevano scelto di difendere e che per questo sono stati uccisi 46 anni fa”. Continua a leggere “Strage di Peteano, il ricordo della Regione”