Bob Dylan, la risposta soffia nel ven(E)to

di Giò Alajmo*
La risposta è ancora nel vento. Sono passati cinquantacinque anni da quando Bob Dylan scrisse uno degli inni dell’America pacifista, della rivolta nera per i diritti civili, quel piccolo vangelo laico contenuto in 9 strofe e un ritornello. Quanti dovranno morire prima che si capisca che in troppi son morti, quante volte si può girare la testa fingendo di non vedere, quanti anni dovranno vivere i popoli prima che gli si consenta di essere liberi, di quante orecchie dovranno disporre gli uomini prima di udire la gente che urla?

Sanremo, quella strana cosa chiamata Festival

di Giò Alajmo*

Incredibile essere ancora qui a parlare del Festival di Sanremo, come dell’Inter, o di Mussolini. In Italia poche cose si sottraggono alla inevitabile obsolescenza e a una conclusione naturale e il festival, come il calcio o le allucinazioni politiche, è tra queste. Quando Gianni Crovato, direttore del Gazzettino, mi spedì prima al Festivalbar e poi a Sanremo era la seconda metà degli anni Settanta. Protestai. Continua a leggere “Sanremo, quella strana cosa chiamata Festival”