Venezia. Zaia riceve il nuovo questore Masciopinto

Il Presidente della Regione del Veneto ha incontrato oggi a Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale, il nuovo Questore di Venezia, Maurizio Masciopinto. Il Governatore ha riconfermato a Masciopinto la stima della Regione nei confronti della Polizia di Stato e la fiducia della gente in chi ogni giorno, sulle strade e nelle nostre città, svolge un fondamentale compito di prevenzione, repressione e riaffermazione della legalità. Continua a leggere “Venezia. Zaia riceve il nuovo questore Masciopinto”

Sanità. In Veneto 51.5 milioni di nuovi investimenti. Lanzarin: “Si chiama virtuosità”

Risultati come la possibilità di distribuire questi 51,5 milioni di investimenti per la sanità veneta si ottengono solo con una gestione rigorosa delle necessità e con l’utilizzo della saggezza del buon padre di famiglia. Il meccanismo che consente tutto questo, del quale c’è da essere orgogliosi, parte dal territorio, dalle Ullss che segnalano dove hanno realmente bisogno di spendere attraverso progetti specifici; e passa per il vaglio di un organismo tecnicamente inflessibile come la CRITE. A monte, come spesso accade, c’è un utilizzo intelligente dei fondi della Gestione Sanitaria Accentrata in capo alla Regione di una piccola quota del riparto del Fondo Sanitario Nazionale, di cui si occupa Azienda Zero”. Continua a leggere “Sanità. In Veneto 51.5 milioni di nuovi investimenti. Lanzarin: “Si chiama virtuosità””

Pfas. Online una nuova sezione del sito della Regione con tutte le informazioni

È online una nuova sezione del sito ufficiale di Regione del Veneto nella quale è possibile visualizzare e scaricare tutto il materiale relativo all’emergenza PFAS in Veneto dal 2013 a oggi. Continua a leggere “Pfas. Online una nuova sezione del sito della Regione con tutte le informazioni”

Scuola, in Veneto un ragazzo su 9 lascia gli studi. Meno abbandoni della media nazionale.

In Veneto un ragazzo su 9 abbandona la scuola, con al massimo la licenza di terza media in tasca. I dati forniti dall’Ufficio scolastico regionale dimostrano che in Veneto il fenomeno dei ‘drop-out’, vale a dire degli abbandoni precoci dell’istruzione o formazione scolastica senza aver raggiunto un titolo di studio secondario,  è meno accentuato della media nazionale.

Continua a leggere “Scuola, in Veneto un ragazzo su 9 lascia gli studi. Meno abbandoni della media nazionale.”

Carcere: inaugurata sezione di cure intensive a Rovigo. Lanzarin: “Veneto garantisce assistenza a tutti i detenuti”

“La sezione di assistenza intensiva in medicina fisica e riabilitativa all’interno del carcere di Rovigo rappresenta una forte innovazione per il sistema della salute in carcere perché è un centro specialistico per la popolazione reclusa dei novi istituti penitenziari del Veneto, in grado di soddisfare pienamente i criteri di appropriatezza e di sicurezza clinica, nel rispetto degli standard presenti sul territorio e delle condizioni di sicurezza”.
E’ quanto ha sottolineato l’assessore regionale alla Sanità e al sociale Manuela Lanzarin inaugurando a Rovigo la nuova Sezione di Assistenza Intensiva specializzata in medicina fisica e riabilitativa ambulatoriale per patologie ortopediche. Il reparto, dotato di 6 stanze, 15 posti letto e fornito di moderne attrezzature e di una palestrina riabilitativa adatta anche per persone con disabilità motoria, sarà seguito da una equipe multiprofessionale di medici, fisioterapisti e infermieri.
La sezione di assistenza intensiva è a servizio dei bisogni di salute di cura dei circa 2300
detenuti dei nove penitenziari del territorio veneto e consentirà di evitare i disagi e i costi delle traduzioni delle persone recluse presso strutture ambulatoriali esterne al carcere, senza impegnare le liste di attesa nel territorio.

Cattura
“A 10 anni di distanza dal passaggio delle competenze in tema di sanità dal Ministero di
Giustizia al Servizio sanitario regionale – ha ricordato l’assessore Lanzarin – la Regione Veneto
assicura assistenza sanitaria h24 ai detenuti dei nove Istituti Penitenziari del Veneto,
attraverso ambulatori e reparti all’interno del carcere, oppure facendo ricorso alle strutture esterne della sanità ospedaliera nei casi di emergenza o di gravità complessa. In totale la popolazione assistita nel sistema penitenziario regionale raggiunge quasi le 6 mila persone, calcolando anche i nuovi ingressi”.
Portare salute dentro il carcere non è un compito semplice – ha ribadito la titolare delle
politiche sociali e sanitarie della Regione – almeno il 30 per cento dei detenuti è portatore di gravi patologie croniche. In Veneto tutti gli istituti di pena sono dotati di infermeria,
attrezzature radiologiche di telemedicina, ambulatori specialistici e odontoiatrici, dove è
garantita la presenza di medici e di specialisti. A Verona e a Padova sono stati istituiti anche due reparti detentivi: quello scaligero è già funzionante, quello padovano è in via di attivazione. Il disagio psichico e le dipendenze patologiche purtroppo interessano una
importante percentuale della popolazione detenuta, amplificate dalle condizioni di contesto.

576-2019 Conferenza stampa carcere Rovigo
Nel carcere di Rovigo e al Montorio di Verona sono attivi, rispettivamente, una articolazione di salute mentale e un centro di osservazione psichiatrica a Verona. Al Due Palazzi di Padova opera anche una specifica struttura per detenuti alcoltossicodipendenti, che a breve sarà potenziata. La Regione assicura interventi sanitari e assistenziali anche agli autori di reato con disagio psichico affidati alle REMS e alle strutture intermedie della Regione Veneto.
All’interno del riparto del fondo sanitario nazionale, i trasferimenti al Veneto per la sanità penitenziaria valgono quasi 7 milioni di euro (6.911.288 la quota assegnata alla Regione nel 2018). Per l’attivazione e l’avvio della prima sezione di assistenza intensiva a Rovigo la Regione ha investito 255 mila euro, di cui 111 mila a copertura del costo annuale del personale sanitario in servizio e 61 mila euro per attrezzature, arredi e strumentazione medica.
“Grazie anche alla prima sezione di assistenza intensiva, il Veneto, che da pochi mesi
coordina il gruppo interregionale per la Sanità Penitenziaria e rappresenta le Regioni al
Tavolo tecnico interistituzionale – ha concluso l’assessore – offre un sistema ampio e
articolato di assistenza alla popolazione detenuta nel proprio territorio, dimostrandosi capace di coniugare il rispetto del diritto alla salute con i criteri di appropriatezza delle cure e con le necessarie garanzie di sicurezza”.

Banda ultra larga. Al via nuovi cantieri in 17 comuni

Sono diciassette i Comuni veneti nei quali, tra aprile e maggio, è prevista l’apertura di cantieri per portare l’infrastruttura che permette la connessione con banda ultra larga. Cantieri che si aggiungono agli ottantotto già avviati. Continua a leggere “Banda ultra larga. Al via nuovi cantieri in 17 comuni”

Zaia governatore più amato d’Italia, “Non vinco io ma tutta la squadra”

(LL) – A conferma dell’ottimo stato di salute del partito “capitanato” da Matteo Salvini, che viaggia secondo i sondaggi su percentuali attorno al 35%, sono tre esponenti della Lega ad occupare il podio nella classifica che il Sole 24 Ore ha reso noto relativamente al gradimento dei presidenti di regione. Continua a leggere “Zaia governatore più amato d’Italia, “Non vinco io ma tutta la squadra””

Lanzarin: “Carenza medici è nazionale, ma la regione si muove da sè. No secco ad addizionale Irpef”

“No senza margini di ripensamento all’introduzione in Veneto di un’addizionale Irpef per la sanità; sì a ogni azione che favorisca il reperimento di medici, la cui carenza è un problema nazionale, ma che come Regione stiamo comunque affrontando con i mezzi possibili; sì alla sottoscrizione di un nuovo Patto Nazionale per la Salute per il quale siamo pronti a sedere al tavolo con il Governo; sì a ogni intervento possibile per rafforzare le risposte alla non autosufficienza, che è la grande sfida del futuro per il welfare non solo veneto, ma nazionale”.

Continua a leggere “Lanzarin: “Carenza medici è nazionale, ma la regione si muove da sè. No secco ad addizionale Irpef””

“Progetto Mercurio”, volanti della Polizia con intelligenza artificiale. Zaia: “Legalità e Sicurezza”

“Consentire agli equipaggi della Volanti della Polizia di disporre di un’intelligenza
artificiale che di fatto è una centrale operativa nell’auto è una rivoluzione. Una
rivoluzione che per noi significa legalità e sicurezza; esattamente una delle richieste
più pressanti che ci viene dai cittadini”. Continua a leggere ““Progetto Mercurio”, volanti della Polizia con intelligenza artificiale. Zaia: “Legalità e Sicurezza””

Fondazione Veneto Film Commission, nuovo cda: presidente Luigi Bacialli

“Veneto Film Commission è un traguardo e nel contempo un punto di partenza. Un traguardo perché stavamo da tempo lavorando alla creazione di questa Fondazione che ha essenzialmente il compito di far crescere l’industria del cinema nella nostra regione; un punto di partenza perché, con l’insediamento del CdA, ci mettiamo in moto subito per raggiungere i due principali obiettivi che ci siamo posti: da una parte costruire una nuova governance, mettendo a sistema tutti i soggetti che operano nel settore; dall’altra promuovere e attrarre nel territorio la produzione, nazionale e internazionale, di opere cinematografiche, televisive e audiovisive”. Continua a leggere “Fondazione Veneto Film Commission, nuovo cda: presidente Luigi Bacialli”