Sono un rospo e m’innamoro: inizia la stagione dei sensi

di Carlotta Fassina*

Caro Sciliar,

appena la morsa del freddo si attenua, ci vedrai uscire più spesso la sera e come sempre mi guarderai curioso e ti domanderai se ti porteremo con noi. Sappi che andremo sui Colli Euganei alla ricerca di rospi. Se scalpiti all’idea di passeggiare al nostro fianco, ti avviso già che lo faremo, muniti di torce e giubbino segnaletico, lungo alcune strade asfaltate e non nei sentieri tra i prati. Nostro scopo sarà proprio quello di spostare i rospi che si muovono sulle strade, in modo che non finiscano investiti dalle auto.

Continua a leggere “Sono un rospo e m’innamoro: inizia la stagione dei sensi”

Sciliar e la sua amica Carlotta ci aiuteranno a conoscere gli amici a 4 zampe

Ciao Lucy,

sono Sciliar. Sono anch’io un cane un po’ speciale. Ho un problema a un occhio, un glaucoma, che il pastore che mi aveva con sé quando ero cucciolo ha trascurato. Allora vivevo assieme alla mia mamma e al mio papà, purtroppo tenuto a catena, e ai miei 9 fratelli. Un giorno sono arrivate due persone, mamma e figlia, che mi hanno portato a casa con loro e mi hanno curato. Dicono che sono stato io a sceglierle e forse in parte è vero. Così ho un occhio opaco che al momento per me non è un grande problema: quasi mi dimentico di lui, devo solo stare attento a non infilarmi in mezzo a piante o ostacoli che non riesco a vedere e che potrebbero ferirmi.

Per il resto sono un giovane cane a chiazze, di quelli usati nelle Dolomiti di Brenta come cani da pastore. Il mio nome è il nome di un imponente massiccio montuoso dell’Alpe di Siusi, Sciliar appunto.

Mi piacerebbe raccontarti qualche mia avventura, degli animali e dei luoghi di cui sono venuto a conoscenza, ma preferisco che lo faccia Carlotta, è lei la persona che mi ha portato a casa, ha meno fiuto di me ma di animali se ne intende lo stesso.

Allora a presto!

carlotta fassina Carlotta Fassina (Laurea in scienze Naturali)