Amanti del cane in festa, ma con i propri pelosi

di Carlotta Fassina*

Una festa per gli amanti dei cani, da concedersi però rigorosamente accanto al proprio amico peloso: il 26 settembre ricorre la Giornata mondiale degli amanti del cane, che si distingue dalla Giornata del cane che cade invece il 26 agosto. Continua a leggere “Amanti del cane in festa, ma con i propri pelosi”

I nostri amici pelosi e la rabbia: ecco perchè vaccinare

di Carlotta Fassina*

Quando una volta si diceva a qualcuno: “sei idrofobo”, s’intendeva che era collerico, “rabbioso”, perché un tempo la rabbia del cane veniva chiamata idrofobia. Oggi in Europa non ci sono casi di rabbia trasmessa dal cane, ma per continuare a garantire questa immunità servono alcune precauzioni e adempimenti da fare quando andiamo all’Estero con il nostro quattro-zampe, magari proprio ora che è arrivata l’estate, e quando sono i cani extraeuropei a entrare in Europa. Continua a leggere “I nostri amici pelosi e la rabbia: ecco perchè vaccinare”

Alle pendici dell’Etna, spiaggia chiara, il bianco scoglio calcareo, il nero basalto e un incontro speciale

di Carlotta Fassina*

Caro Sciliar,

stavolta hai dovuto stare a casa e ti sei perso un incontro speciale.. Questa Pasqua siamo stati in Sicilia, alle pendici del più grande vulcano d’Europa, l’Etna. Volevamo fotografare i variopinti fiori che ammantano i prati in primavera, nel breve periodo che costringe le piante erbacee ad accelerare il loro ciclo vitale, sì da produrre i semi e assicurarsi una discendenza per la primavera successiva, prima dell’arrivo della calura che tutto avvizzisce e secca. Continua a leggere “Alle pendici dell’Etna, spiaggia chiara, il bianco scoglio calcareo, il nero basalto e un incontro speciale”

Quando la genetica non è dalla parte del cane

di Carlotta Fassina*

Caro Sciliar,

ho sempre ammirato la vostra capacità nel riconoscervi collettivamente come cani, indipendentemente da taglia, aspetto e presenza di eventuali problemi fisici. È notevole il fatto che l’uomo, nei millenni della domesticazione, abbia prima “ammansito” il lupo per adattarlo alla vita nel nuovo branco umano e poi abbia favorito inclinazioni attitudinali e spiccate differenze somatiche attraverso le razze. Continua a leggere “Quando la genetica non è dalla parte del cane”

Sciliar e la sua amica Carlotta ci aiuteranno a conoscere gli amici a 4 zampe

Ciao Lucy,

sono Sciliar. Sono anch’io un cane un po’ speciale. Ho un problema a un occhio, un glaucoma, che il pastore che mi aveva con sé quando ero cucciolo ha trascurato. Allora vivevo assieme alla mia mamma e al mio papà, purtroppo tenuto a catena, e ai miei 9 fratelli. Un giorno sono arrivate due persone, mamma e figlia, che mi hanno portato a casa con loro e mi hanno curato. Dicono che sono stato io a sceglierle e forse in parte è vero. Così ho un occhio opaco che al momento per me non è un grande problema: quasi mi dimentico di lui, devo solo stare attento a non infilarmi in mezzo a piante o ostacoli che non riesco a vedere e che potrebbero ferirmi.

Per il resto sono un giovane cane a chiazze, di quelli usati nelle Dolomiti di Brenta come cani da pastore. Il mio nome è il nome di un imponente massiccio montuoso dell’Alpe di Siusi, Sciliar appunto.

Mi piacerebbe raccontarti qualche mia avventura, degli animali e dei luoghi di cui sono venuto a conoscenza, ma preferisco che lo faccia Carlotta, è lei la persona che mi ha portato a casa, ha meno fiuto di me ma di animali se ne intende lo stesso.

Allora a presto!

carlotta fassina Carlotta Fassina (Laurea in scienze Naturali)