E dopo 50 anni di questione femminile arriva il momento di parlare di maschi

di Corrado Poli*

Da ormai centocinquant’anni – se non da sempre – si parla della questione femminile e della parità di diritti tra maschi e femmine. È giunto il momento di affrontare la questione maschile, oggi non meno problematica di quella femminile. A scanso di equivoci, non si negano alcune discriminazioni che le donne ancora subiscono. Continua a leggere “E dopo 50 anni di questione femminile arriva il momento di parlare di maschi”

Per scalare le Alpi le donne dovettero vincere i pregiudizi della morale, della medicina e del costume

di Nelli-Elena Vanzan Marchini*

Dal  9 giugno al 20 ottobre nella casa Wassermann di Villabassa in Pusteria si può visitare la piccola e deliziosa mostra fotografica: “IO, IN CIMA. Una storia delle donne in montagna”. (foto 1)  Vi sono esposti documenti e foto delle scalate al femminile che narrano la difficoltà di scardinare i pregiudizi e i luoghi comuni che a lungo riservarono ai soli uomini  la facoltà di praticare gli sport alpini. Continua a leggere “Per scalare le Alpi le donne dovettero vincere i pregiudizi della morale, della medicina e del costume”

Donne in corriera. Ecco cosa pensa Nadia

 

Cosa pensa Nadia

Ecco che arriva la Dora. Non la vedevo da mesi  Deve essere stata male. Guarda come è ingrassata! Sembra che il collo le sia diventato più corto da tanto tiene la testa infossata e lo sguardo basso. Sono incerta se salutarla o no. Continua a leggere “Donne in corriera. Ecco cosa pensa Nadia”

Donne in salute: ecco il decalogo per una corretta prevenzione

Le statistiche parlano chiaro: si stima che in Italia ogni anno avvengono 365.000 nuove diagnosi di tumore, il 48% fra le donne. Di fatto nel corso della vita circa un uomo su 2 e una donna su 3 rischia di ammalarsi di tumore. Ma non ci sono solo i tumori, molte altre patologie rendono difficile se non proprio invalidante la nostra vita.

Continua a leggere “Donne in salute: ecco il decalogo per una corretta prevenzione”

…. Qualche schiaffo da fidanzati, ma poi sono arrivati i pugni

 

di Antonella Debora Turchetto*

ACTV Brusutti ATVO…

Certo che Chetti e Aldo stanno passando un periodo durissimo.

Lui è in cassa d’ integrazione da 1 anno, ma pare che finisca male cioè con un licenziamento. Non so come fanno  e faranno con due bambini e un mutuo. Lui però ha cominciato ad aiutarla in casa come mai aveva fatto prima. Fa la spesa al discount e al mercato, porta i bambini a scuola e ha imparato perfino a cucinare, circa. Continua a leggere “…. Qualche schiaffo da fidanzati, ma poi sono arrivati i pugni”

Donne in corriera…. Il viaggio da incubo di Chetti tra torte mancate e apparecchi per i denti

Cosa pensa Chetti. Ausonia Burano Altino  Concordia Eraclea…. Il ferry boat Metamauco rimane attraccato. E’ sciopero ACTV e in laguna vanno solo le motonavi, poche. Peccato che per la Festa della Donna volevo fare in tempo stasera a trovarmi in pizzeria con le ragazze, ma sarò troppo stanca perché  oggi il viaggio per il lavoro è diventata una spedizione punitiva . Continua a leggere “Donne in corriera…. Il viaggio da incubo di Chetti tra torte mancate e apparecchi per i denti”

Donne & turismo, il Veneto sale sul podio

Donne e turismo, il Veneto sale sul podio: è la terza regione in Italia per numero di occupate nel settore ricettivo, balneare, della ristorazione e dei tour operator.

Secondo l’8° Rapporto sul mercato del lavoro nel turismo, realizzato da Federalberghi e Fipe per l’Ente Bilaterale Nazionale del Turismo, le 523.188 lavoratrici dipendenti impiegate a livello nazionale in alberghi, bar, campeggi, discoteche, parchi a tema, ristoranti, stabilimenti balneari, terme e tour operator costituiscono più della metà (il 54%) degli occupati nel settore. A queste si aggiunge una moltitudine di lavoratrici occupate in posizione autonoma, come titolari o collaboratrici dell’impresa, il cui ruolo è altrettanto importante.

Il turismo si conferma molto attento alle giovani leve: il 40,8% delle lavoratrici dipendenti ha meno di 30 anni e il 66% meno di quaranta. In testa alla classifica delle regioni con il maggior numero di lavoratrici vi è la Lombardia (100.016), seguita un po’ a distanza dall’Emilia Romagna (62.979) e dal Veneto (53.561).

“Accolgo con gioia la notizia che il Veneto è tra le prime tre regioni a tingere di rosa l’Italia del turismo – dichiara il presidente regionale di Confturismo e di Federalberghi Veneto Marco Michielli – Il nostro è da sempre un settore che non ha bisogno di stabilire quote rosa, ma è fondato sulla straordinaria empatia e capacità organizzativa, creativa e di ospitalità delle donne, presenti in tutti i reparti, dalle mansioni dirigenziali e organizzative fino a quelle più strettamente operative”.

“Quella femminile è una presenza autorevole anche in alcune delle nostre territoriali; penso alla presidente degli albergatori di Padova Monica Soranzo, di Cortina Roberta Alverà, alle colleghe di Rimini, Patrizia Rinaldis, e del Friuli Venezia Giulia, Paola Schneider”, conclude Michielli.

 

Donne in corriera….. Quello che pensa Sara

di Antonella Debora Turchetto*

“Certo che la Nadia ce l’ha con il mio piccolo Ben. Mi dice sempre: “Sara, anche questo impegno e questa spesa dovevi accollarti ?” Si, lo so, bisogna sacrificarsi un po’ e starci dietro come a un bambino, Forse è proprio questo che mi piace: aver qualcuno di cui prendersi cura e che dipenda completamente da me. Continua a leggere “Donne in corriera….. Quello che pensa Sara”

Quello che le donne non dicono, ma pensano…

di Antonella Debora Turchetto*

Quello che Nadia non dice, ma pensa. ATVO Italbus ACTV… Nadia, single di Noale, in biglietteria: “ Mi dia per favore un abbonamento mensile lavoratore Noale Venezia. Uno ,sì, sono single eh eh , la bolletta del gas me la pago tutta da sola”. Rimugina tra se: “In realtà non la pago, tengo direttamente spenta la caldaia e mi accendo la stufetta elettrica in camera prima di andare a letto,  Fanno così anche Aldo e la Chetti perché hanno il mutuo e due bambini e anche se guadagnano  due stipendi a fine mese hanno problemi. Continua a leggere “Quello che le donne non dicono, ma pensano…”

La differenza di genere? Tutto quello che spetta ad una donna prima e dopo il lavoro

di Antonella Debora Turchetto*

ATVO, Busitalia, FAP,  53 Riviera del Brenta, 80 Sottomarina, Noale, Brusutti….. Manca l’ 11 da  Pellestrina ,un altro grande classico, perché arriva al Lido. Sono le 7 del mattino a Piazzale Roma, per me è decisamente l’alba. Donne infagottate in sciarpe e piumini scendono e sciamano velocemente verso il lavoro. Continua a leggere “La differenza di genere? Tutto quello che spetta ad una donna prima e dopo il lavoro”