Its Academy Meccatronico, premiati a Padova i migliori allievi

Ausili tecnologici per disabili, carrozzine automatizzate, distributori automatici di farmaci per anziani o disabili, ombrelloni elettronici ad apertura telecomandata, un robot per allevamenti avicoli specializzato nel recupero delle carcasse: sono alcune delle ‘invenzioni’ degli allievi dell’Its Academy Meccatronico Veneto presentate oggi all’Istituto Severi di Padova, in occasione della festa conclusiva dell’anno formativo e della premiazione degli allievi migliori. Continua a leggere “Its Academy Meccatronico, premiati a Padova i migliori allievi”

Donazzan: “Va aperto un dibattito vero sulla crisi di Forza Italia”

In merito al dibattito aperto grazie all’intervista rilasciata dal Governatore della Liguria Giovanni Toti sulla situazione in cui versa Forza Italia, interviene l’Assessore regionale del Veneto Elena Donazzan in risposta all’onorevole Mara Carfagna. Continua a leggere “Donazzan: “Va aperto un dibattito vero sulla crisi di Forza Italia””

L’opinione. Donazzan: “Partito unico di centrodestra? Lavoro da tempo per questo”

“Il tempo è cambiato, i temi sono cambiati e l’elettorato vuole chiarezza nelle risposte, determinazione nell’azione politica e semplificazione del quadro partitico” questo il commento a caldo dell’Assessore Regionale del Veneto Elena Donazzan alle posizioni su un eventuale partito unico di centrodestra espresse ieri dal leader della Lega e Ministro degli Interni Matteo Salvini a margine della firma del nuovo protocollo di legalità per la Pedemontana Veneta a Venezia. Continua a leggere “L’opinione. Donazzan: “Partito unico di centrodestra? Lavoro da tempo per questo””

L’intervento. “Presidente Fico con le mani in tasca. Donazzan (FI): “Vergognoso, si scusi o si dimetta”

di Elena Donazzan*

“Non si era mai visto nella storia della nostra Nazione un Presidente della Camera dei Deputati tenere le mani in tasca e non accompagnare con il canto l’inno di Mameli. Non si era mai vista la terza carica dello Stato rifiutare di scusarsi di fronte ad una evidente e terribile gaffe, compiuta nel pieno delle sue funzioni istituzionali. Fico deve vergognarsi! Deve farlo di fronte a ciascuna uniforme, a ciascun familiare di quei caduti per difendere uno Stato che ora permette proprio a lui di sedere sullo scranno più alto di Palazzo Montecitorio. Fico, che con questo suo gesto ha dato riprova della sua inadeguatezza, deve chiedere scusa ai tanti insegnanti che faticano quotidianamente nella costruzione di una educazione civica, ai Magistrati coraggiosi che subiscono pressioni e minacce, ai tanti amministratori locali, che in qualche zona d’Italia avrebbero bisogno della scorta che proprio a lui è assegnata! Per questo oggi ho scritto una lettera a Fico: innanzitutto per significargli il mio più totale disappunto, e poi per invitarlo a vergognarsi e a scusarsi con gli italiani per il gesto di cui si è reso autore. Se non riterrà di farlo, si dimetta: è la scelta più coerente, e potrà così tornarsene a casa comodamente seduto su uno degli autobus che tanto dice di amare”.


donazzan* Assessore Regione Veneto Istruzione e Lavoro

Alta formazione per i futuri manager del turismo

“Academy of Hospitality Management”:  questo il nuovo biglietto da visita dell’istituto ‘Mario Rigoni Stern’ di via Matteotti, che da pochi mesi accoglie il primo corso di alta formazione per aspiranti ‘manager’ del turismo e dell’ospitalità alberghiera.

“E’ una sfida che ho personalmente voluto  – dichiara l’assessore all’Istruzione e formazione della regione Veneto Elena Donazzan, incontrando allievi e docenti del primo corso residenziale in Veneto – per portare l’ alta formazione del management turistico sull’altopiano di Asiago, in questo contesto particolare, dall’altissimo potenziale turistico, che non si esaurisce solo nelle stagioni estive e invernali, ma esercita la propria capacità di attrazione tutto l’anno, vista la singolare tipologia del territorio e la presenza di centri urbani strutturati di media grandezza”.

121-2018 ITS TURISMO ASIAGO - VISITA 2

Quello avviato ad Asiago, grazie al sostegno finanziario della Regione Veneto, è infatti il primo corso residenziale di alta formazione superiore, parallelo ai percorsi universitari, per futuri manager del turismo. Asiago diventa così il terzo polo dell’Academy’ di alta formazione nel settore turistico, insieme al Cornaro Jesolo (mare) e di Bardolino (lago), contribuendo ad arricchire il panorama dell’offerta formativa delle sette Academies-Its del Veneto. “L’identità del territorio non è un valore in sé – ha sottolineato l’assessore parlando alla classe dei primi 25 allievi del corso di Hospitality Management – ma deve essere la chiave per interpretare la promozione, la valorizzazione, la costruzione di offerta turistica specifica. L’altopiano di Asiago offre un paesaggio paragonabile ai più noti scenari nordeuropei; una storia che ha creato infrastrutture e percorsi oggi utilizzati a piedi, a cavallo, in bicicletta, con gli sci o con le ciaspole, che attraggono turisti di ogni età e di ogni ceto; un aeroporto che richiama una utenza di target medio alto; strutture sportive di prestigio come il campo da golf, lo stadio del ghiaccio e piscine sportive che vanno valorizzate in modo professionale. Sono tutte doti specifiche di un territorio che va promosso e ‘venduto’ come ‘pacchetto’ turistico unitario e polivalente”.

Il corso di Hospitality Management di Asiago rientra nel panorama dei 105 corsi promossi dalle sette fondazioni venete, a guida imprenditoriale,  ribattezzate da quest’anno Academy: la loro specificità sta nell’offrire percorsi di alta gamma formativa per giovani diplomati, alternativi a quella universitari, a forte caratura professionalizzante, grazie al mix tra scuola e impresa nei programmi, nella didattica, nella composizione del corpo docente e nell’alternanza tra apprendimento teorico  ed esperienza lavorativa.

“La Regione Veneto ha investito molto nell’alta formazione superiore – ha ricordato l’assessore indicando in oltre 3 milioni di euro l’impegno annuale a bilancio – e ne ha avuto ragione, visto che tra le dieci migliori Academy d’Italia nella classifica nazionale degli indicatori di risultato, ben 4 sono venete e la prima in assoluto è proprio quella del turismo”.


Caos maestre diplomate. Donazzan: “Unico requisito sapere insegnare”

“Ancora una volta la scuola è nel caos e questa volta con l’aggravante, per docenti,
alunni e famiglie, di essere nel pieno dell’anno scolastico. Mi chiedo perché i giudici
non abbiano anche tenuto conto del buon senso e della buona funzionalità della scuola;
mi chiedo come si possano trattare così migliaia di docenti che, dopo anni di
insegnamento e con una abilitazione sul campo, si ritrovano in una condizione
peggiore della precedente”. Continua a leggere “Caos maestre diplomate. Donazzan: “Unico requisito sapere insegnare””

Job&Orienta: Donazzan: “Un’azienda su 3 ha accolto studenti”

“Il Veneto è stata la prima regione in Italia a sperimentare l’alternanza scuola-lavoro
nel 2003, e a codificarla come elemento strutturale dell’offerta formativa nel ‘sistema
educativo’ provando ad introdurla anche nei licei, prima che diventasse un obbligo
nazionale. Mettiamo la nostra esperienza a disposizione di Anpal, l’agenzia nazionale
per l’impiego, chiedendo al suo presidente Maurizio Del Conte di specializzarsi su
questo obiettivo per aiutare le Regioni a programmare l’offerta formativa e a
promuovere un corretto sistema di alternanza”. Continua a leggere “Job&Orienta: Donazzan: “Un’azienda su 3 ha accolto studenti””

Crisi, nel 2017 coinvolti 5600 lavoratori. Donazzan: “Numeri dimezzati, c’è ripresa”

Nel 2017, in Veneto, il numero di aziende e lavoratori coinvolti da procedure di crisi aziendale si è quasi dimezzato rispetto allo scorso anno: tra gennaio e settembre sono state 204 le comunicazioni di avvio di una procedura di crisi presentate da 178 aziende, il 48% in meno rispetto allo stesso periodo del 2016. Circa 5.600 i lavoratori potenzialmente coinvolti, a fronte dei quasi 9.000 dello scorso anno. In calo anche i licenziamenti (-12%), soprattutto collettivi (-42%), ma anche quelli individuali per motivi economici (-10%). Continua a leggere “Crisi, nel 2017 coinvolti 5600 lavoratori. Donazzan: “Numeri dimezzati, c’è ripresa””

Giornata dell’impiego: 1500 colloqui, 700 posti. Donazzan: “Numeri lusinghieri”

Millecinquecento colloqui di lavoro con disoccupati, 700 ‘vacancy’ raccolte, 145 aziende disponibili ad assumere, 300 giovani under 35 coinvolti nei laboratori di ricerca attiva e orientamento promossi da 100 aziende: sono i numeri dell’edizione 2017 dell’”Employers day”, la Giornata dell’occupazione che si è svolta lunedì 20 novembre in tutti i Centri per l’impiego del Veneto. Continua a leggere “Giornata dell’impiego: 1500 colloqui, 700 posti. Donazzan: “Numeri lusinghieri””

Tu o Lei? “A scuola il tu è diseducativo rispetto alle aspettative che il mondo del lavoro cerca e pretende”

di Elena Donazzan*

Carissimo Direttore,
Ho letto d’un fiato il suo pezzo sull’uso del tu o del lei ed ho ritrovato tutte le riflessioni che, tra le più leggere chiacchiere sul costume contemporaneo, faccio in casa. Sono anche le medesime valutazioni in occasione di ben più seri approfondimenti sul tema della educazione delle giovani generazioni con il mondo della scuola e del lavoro. Continua a leggere “Tu o Lei? “A scuola il tu è diseducativo rispetto alle aspettative che il mondo del lavoro cerca e pretende””