CGIA. Nel 2019 la manovra costerà alle imprese 4,9 miliardi, nonostante i miglioramenti

Nonostante i correttivi approvati dalla Camera dei Deputati, nel 2019 la manovra di Bilancio costerà al sistema imprenditoriale italiano 4,9 miliardi di euro. Continua a leggere “CGIA. Nel 2019 la manovra costerà alle imprese 4,9 miliardi, nonostante i miglioramenti”

Finest, approvato il bilancio: punto di riferimento per le imprese del NordEst nell’area balcanica e sovietica e del Mediterraneo

di Lucio Leonardelli*

Chiude con un utile netto superiore a poco più di 660 mila euro il bilancio d’esercizio 2017/2018 della Finest SpA, società nata con legge statale nel 1991, l’allora “legge per le aree di confine”, con lo scopo di agevolare lo sviluppo delle attività economiche e della cooperazione internazionale nei paesi dell’est Europa. Continua a leggere “Finest, approvato il bilancio: punto di riferimento per le imprese del NordEst nell’area balcanica e sovietica e del Mediterraneo”

Fondi Ue, Veneto al top per il 2018. Donazzan: “Partita da 764 milioni”

“Ancora una volta il Veneto è una delle pochissime Regioni che stanno dimostrando efficienza. Sono orgogliosa dei nostri risultati, che dimostrano come sia utile alle imprese e al mondo del lavoro la capacità del Veneto e dei tecnici regionali di gestire con efficacia la partita dei fondi europei. I numeri e le statistiche non mentono: siamo al livello dei Paesi europei più evoluti e sul podio nazionale, dove si evidenziano ancora velocità molto diverse tra le Regioni”. Continua a leggere “Fondi Ue, Veneto al top per il 2018. Donazzan: “Partita da 764 milioni””

Le nostre micro imprese sono leader in Ue nel dare lavoro

Le imprese con meno di 20 addetti sono oltre 4 milioni (pari al 98,2 per cento del totale) e danno lavoro a 8 milioni tra operai e impiegati, pari al 56,4 per cento di tutti gli addetti del settore privato presenti in Italia (*). Nessun altro Paese dell’Eurozona può contare su una platea di micro aziende così fondamentale per l’occupazione. A dirlo è l’Ufficio studi della CGIA. Continua a leggere “Le nostre micro imprese sono leader in Ue nel dare lavoro”

Il lavoro occasionale occupa 592 mila addetti. La Cig economy incide ancora poco

Sono 592 mila gli addetti che nel 2017 hanno svolto un’attività lavorativa nel nostro Paese per meno di 10 ore alla settimana. Di questi, 389 mila hanno prestato servizio come dipendenti e gli altri 203 mila come lavoratori autonomi. Dal 2014 il numero di questi lavoratori è leggermente in calo sia a seguito della ripresa occupazionale sia della riforma dei voucher avvenuta l’anno scorso che ha “aumentato” il ricorso al lavoro irregolare.

Continua a leggere “Il lavoro occasionale occupa 592 mila addetti. La Cig economy incide ancora poco”

Il Veneto-locomotiva: premiate 29 aziende “che corrono”

“Quando chiedi ad un imprenditore veneto la storia della sua azienda, spesso la risposta inizia con “Niente, anni fa….”: i nostri ‘capitani d’industria’ sono self-men, persone che si sono fatte da sole e che magari minimizzano una storia di successo e di grande responsabilità sociale.

Continua a leggere “Il Veneto-locomotiva: premiate 29 aziende “che corrono””

Imprese in rosa, arrivano nuovi incentivi. Marcato: “Istruttorie in tempo record”

“Sarà un bel regalo di Natale per le donne imprenditrici e le imprese a prevalente partecipazione femminile: in tempi rapidissimi la Regione ha valutato e assegnato i contributi a fondo perduto alle domande pervenute alla scadenza del 16 novembre in risposta ad un bando rivolto proprio alle imprese ‘in rosa’ del Veneto”.

MARCATORoberto Marcato

Lo comunica l’assessore regionale allo Sviluppo economico Roberto Marcato a seguito dell’approvazione della graduatoria delle imprese a prevalente partecipazione femminile ammesse ai contributi stanziati con il bando approvato dalla Giunta regionale lo scorso agosto. La graduatoria è pubblicata ora sul sito della Regione nell’apposita sezione dedicata ai Bandi. “Il bando – rileva Marcato – ha avuto un grande successo. Sono 353, infatti, le imprese ammesse, per una richiesta di contributi pari a oltre 5.700.000 euro. Le imprese finanziate con le risorse stanziate, pari a 3.000.000 di euro, sono 189. E’ da segnalare il forte impegno degli uffici regionali che in tempo rapidissimi – il termine di presentazione delle domande è scaduto il 16 novembre – sono riusciti ad istruire tutte le domande pervenute ed approvare la graduatoria di quelle ammesse e finanziate. Il nostro scopo è dare un sostegno concreto e sostanzioso alla capacità imprenditoriale delle donne in Veneto, aiutandole a ‘fare impresa’”. In Veneto le imprenditrici rappresentano il 27,1 per cento dei titolari d’azienda: una percentuale in continua crescita negli ultimi anni, grazie anche alle politiche regionali. La realtà veneta dell’imprenditoria femminile è fatta per lo più di micro imprese o di aziende con meno di 5 dipendenti, attive soprattutto nel settore dei servizi, del commercio e dell’artigianato.

Il contributo regionale riguarda imprenditrici che quest’anno abbiano effettuato spese per macchinari, impianti produttivi, hardware e programmi informatici, attrezzature e arredi, mezzi di trasporto ad uso aziendale, opere edili e di impiantistica, per importi compresi tra i 20 mila e i 150 mila euro. Il contributo regionale coprirà il 30% della spesa rendicontata.

“Resta fermo il nostro impegno – conclude Marcato – a reperire ulteriori risorse per poter scorrere la graduatoria delle aventi diritto e finanziare le domande non ammesse per esaurimento dei fondi disponibili”.


 

Progetto Ue da 2 milioni per la successione d’impresa delle aree alpine

Salvaguardare le imprese dell’arco alpino a livello transfrontaliero. E’ il progetto dell’Unione Europea C-TEMAlp, il cui comitato direttivo si è ritrovato alla Camera di commercio e industria di Marsiglia per discutere dei progressi fatti nella realizzazione del progetto e nel potenziamento della piattaforma online che dovrà assicurare l’esistenza delle imprese nell’arco alpino. Continua a leggere “Progetto Ue da 2 milioni per la successione d’impresa delle aree alpine”

Crollano i prestiti alle aziende venete. Treviso la provincia più colpita

Le aziende venete ricevono meno prestiti. Secondo un’elaborazione effettuata dall’Ufficio studi della CGIA, dall’agosto del 2011 all’agosto del 2017, le aziende venete hanno visto crollare  l’ammontare complessivo dei prestiti di 29,1 miliardi di euro.  In termini percentuali la contrazione è stata del 29,1 per cento, contro una media nazionale del -26,2 cento. Continua a leggere “Crollano i prestiti alle aziende venete. Treviso la provincia più colpita”

Imprese: tasse giù alle grandi, ma non alle piccole

Ancora un premio alle medie e grandi imprese e una penalizzazione per le piccolissime. La Cgia di Mestre continua a rilevare una disparità tra le varie dimensioni delle aziende. Ovviamente si parla di valore del peso fiscale che costringe il piccolo produttore ad attendere ancora un anno per vedersi ridurre il peso della tassazione.