1. maggio. Zaia: “Sia festa di contenuti con in testa la sicurezza sul lavoro”

“Una giornata come quella del primo maggio, che si celebra dal 1889, va ogni anno arricchita di contenuti e di attualità. Il primo pensiero deve quindi andare alla sicurezza e ai caduti sul lavoro, perché non si pensi che questa sfida sia vinta, in un Paese dove ancora si muore e ci si infortuna troppo lavorando”. Continua a leggere “1. maggio. Zaia: “Sia festa di contenuti con in testa la sicurezza sul lavoro””

Lavoro: in Veneto cresce il tempo indeterminato

Nel 2018 i posti di lavoro sono aumentati in Veneto di circa 25.000 unità, confermando una crescita del mercato del lavoro regionale che dura ormai da quattro anni e che ha consentito di compensare ampiamente le perdite registrate durante la crisi. La crescita è sostenuta soprattutto dai rapporti a tempo indeterminato e in apprendistato (in totale +30.700) a fronte di una contrazione del lavoro a termine (-5.400), particolarmente evidente nella seconda metà dell’anno. È quanto emerge dai primi dati dell’Osservatorio di Veneto Lavoro sulla dinamica del lavoro dipendente nell’anno appena trascorso. Continua a leggere “Lavoro: in Veneto cresce il tempo indeterminato”

Reddito di cittadinanza: metà della spesa, pari a 3 miliardi, andrà a chi lavora in nero?

Sulla base delle indiscrezioni apparse nei giorni scorsi, i soggetti che beneficeranno del cosiddetto reddito di cittadinanza potrebbero essere poco più di 4 milioni, pari a 1.375.000 nuclei familiari coinvolti. Continua a leggere “Reddito di cittadinanza: metà della spesa, pari a 3 miliardi, andrà a chi lavora in nero?”

Sicurezza sul lavoro, Piano Regione Veneto-imprenditori: 9,5 milioni entro il 2020

(Gi.Ga) Trenta operatori in più da assumere quest’anno negli Spisal per rafforzare il lavoro di prevenzione e aumento dei controlli ispettivi nelle aziende del Veneto (almeno 400 in più all’anno rispetto al 2017): sono i primi due impegni immediati per la salute e la sicurezza del lavoro assunti con il piano strategico regionale 2018-2020 per prevenire infortuni e malattie professionali in Veneto. Continua a leggere “Sicurezza sul lavoro, Piano Regione Veneto-imprenditori: 9,5 milioni entro il 2020”

Lavoro: 24 vittime in 5 mesi. Patto Regione Veneto sindacati e imprenditori

di Giorgio Gasco*

Un bollettino di guerra, anche se nella classifica delle morti sul posto di lavoro il Veneto è dietro ad altre regioni con maggiore densità industriale ma pur sempre al di sopra della media nazionale convocato dal governatore Luca Zaia, su prevenzione e contrasto agli incidenti nei luoghi di lavoro. Dati con chiari e scuri, che i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil hanno messo sul tavolo istituzionale dopo i recenti fatti che hanno visto coinvolti in regione alcuni lavoratori. Continua a leggere “Lavoro: 24 vittime in 5 mesi. Patto Regione Veneto sindacati e imprenditori”

Disoccupati, finanziati dal Veneto i lavori di pubblica utilità

La Regione Veneto rifinanzia con 4 milioni di euro progetti per offrire a disoccupati e persone svantaggiate una opportunità di lavoro. La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore al lavoro Elena Donazzan, dà continuità all’esperienza avviata in via sperimentale nel 2009 con la leva del Fondo sociale europeo e che nell’ultimo triennio ha coinvolto oltre il 70 per cento dei comuni veneti e offerto una forma di inserimento lavorativo a 2500 disoccupati. Continua a leggere “Disoccupati, finanziati dal Veneto i lavori di pubblica utilità”

Il lavoro occasionale occupa 592 mila addetti. La Cig economy incide ancora poco

Sono 592 mila gli addetti che nel 2017 hanno svolto un’attività lavorativa nel nostro Paese per meno di 10 ore alla settimana. Di questi, 389 mila hanno prestato servizio come dipendenti e gli altri 203 mila come lavoratori autonomi. Dal 2014 il numero di questi lavoratori è leggermente in calo sia a seguito della ripresa occupazionale sia della riforma dei voucher avvenuta l’anno scorso che ha “aumentato” il ricorso al lavoro irregolare.

Continua a leggere “Il lavoro occasionale occupa 592 mila addetti. La Cig economy incide ancora poco”

Lavoro: il futuro delle professioni è ibrido e personale: a Vicenza “Capitale Nordest”

“La classe dirigente ricercata dalle aziende esce dalle università e l’Esu di Verona ha avuto l’intuizione di pensare al diritto allo studio in modo del tutto innovativo: non solo diritto in quanto tale, con contributi e servizi che pur vengono dati, ma fornendo a giovani e imprese un’ulteriore prestazione, finalizzata ad avvicinare chi cerca occupazione con chi l’occupazione la offre, utilizzando l’apporto di intermediari e soprattutto puntando a un aspetto essenziale: la velocità”.  Continua a leggere “Lavoro: il futuro delle professioni è ibrido e personale: a Vicenza “Capitale Nordest””

Stop alla decontribuzione totale Inps per 80mila dipendenti

Per gli oltre 80.000 lavoratori dipendenti assunti nel gennaio 2015 con un contratto a tempo indeterminato, dal prossimo mese, ricorda l’Ufficio studi della CGIA, termina il beneficio della decontribuzione totale introdotto dalla legge n° 190/2014. Continua a leggere “Stop alla decontribuzione totale Inps per 80mila dipendenti”