La nostra storia. 1968-2018: il Sessantotto raccontato dai testimoni /2

1968-2018. Cinquantanni. Cosa è cambiato da quegli anni di contestazione studentesca, di stravolgimenti sociali, di lotta armata e di ideologie politiche? Cosa è rimasto, oggi, di quegli anni in cui i movimenti di massa hanno fatto sentire maggiormente il proprio valore e la propria voce? Si può parlare di eredità? Oppure nulla è cambiato nei rapporti sociali, nella politica degli attuali politici, nella cultura? Furono veramente anni di svolta? O tutto si è miseramente esaurito con quei terribili colpi di coda ad opera del terrorismo? Continua a leggere “La nostra storia. 1968-2018: il Sessantotto raccontato dai testimoni /2”

3/ I politici che hanno fatto grande il Veneto

*Leopoldo Pietragnoli

Si parlava, nel precedente articolo sui veneti al Parlamento, di quanti, pur provenendo da una professione (e molto spesso anche conservandola) hanno di fatto passato gran parte della vita alle Camere, finendo con il comparire come dei politici di professione (che poi non sarebbe comunque niente di male) agli occhi dell’opinione pubblica. Continua a leggere “3/ I politici che hanno fatto grande il Veneto”

2/ I politici che hanno fatto grande il Veneto

di Leopoldo Pietragnoli*

A una rapida scorsa della edizione speciale della “Navicella”, l’annuario del Parlamento, per i 50 anni della Repubblica, sono più di centotrenta i nomi di deputati e senatori veneti che balzano alla memoria di chi ha seguito per mestiere le vicende politiche della regione; e questo, peraltro, scegliendo di fare stop alla cosiddetta prima Repubblica, per mantenere la “giusta distanza” tra la memoria storica e l’attualità (e chiedendo ovviamente subito venia per le involontarie dimenticanze). Continua a leggere “2/ I politici che hanno fatto grande il Veneto”

Il caso, la divisione tra Mestre e Venezia

di Leopoldo Pietragnoli* – 

Avendo seguito in posizione privilegiata tutti quattro i referendum sulla separazione tra Venezia e Mestre – quattro, non tre come scrive qualche sito, cercando di far dimenticare il flop del 2003 – mi sono spesso interrogato se non sia possibile (in chiara controtendenza con la comune narrazione) una interpretazione non partitica dei risultati. La mia risposta è sì, e questa è l’ipotesi di lavoro.

Continua a leggere “Il caso, la divisione tra Mestre e Venezia”