Bisato (Pd): per noi segnali di ripresa nonostante la popolarità di Zaia

di Giorgio Gasco*

Le primarie del Partito Democratico sono confermate per il 3 marzo prossimo e si fa più dura la lotta interna al partito per posizionarsi e scegliere il cavallo vincente. Dopo il ritiro dalla corsa di Matteo Richetti che ha deciso di appoggiare il segretario uscente Maurizio Martina, i candidati al vertice dei dem sono sette: oltre ai tre big Luca Zingaretti (governatore del Lazio), Marco Minniti(ex ministro dell’Interno) e Martina (ex ministro dell’Agricoltura), anche Francesco Boccia, Dario Corallo, Cesare Damiano e la new entry Maria Saladino. Continua a leggere “Bisato (Pd): per noi segnali di ripresa nonostante la popolarità di Zaia”

FVG. Danni del maltempo: la prima stima supera i 550 milioni. Il Pd chiede la figura del commissario

di Lucio Leonardelli*

La stima dei danni alle infrastrutture pubbliche provocati dal maltempo supera i 550 milioni di euro. Lo ha fatto presente oggi in Consiglio regionale a Trieste il Governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga a completamento di un preciso e accurato “report” esposto in precedenza dal Vice Governatore con delega alla Protezione Civile Riccardo Riccardi che ha illustrato quanto avvenuto tra fine ottobre e inizio novembre nell’estremo Nordest, in particolare tra Carnia e Valcellina in montagna e tra Grado e Lignano per quanto riguarda la costa marina. Continua a leggere “FVG. Danni del maltempo: la prima stima supera i 550 milioni. Il Pd chiede la figura del commissario”

Pd, presentate l’accoppiata Shaurli – Coppola per la prossima segreteria regionale

di Lucio Leonardelli*

“L’unità è il metodo per condurre un’opposizione forte e efficace, ed esprime la volontà degli iscritti e del popolo vicino al Pd”. Lo ha detto oggi a Trieste il segretario regionale del Pd Salvatore Spitaleri, presentando in una conferenza stampa il segretario entrante, Cristiano Shaurli assieme al suo vice Paolo Coppola, che giungeranno al congresso del 2 dicembre con una candidatura unitaria. Continua a leggere “Pd, presentate l’accoppiata Shaurli – Coppola per la prossima segreteria regionale”

Pd, Debora Serracchiani entra nella delegazione INCE

di Lucio Leonardelli*
L’on. Debora Serracchiani è stata chiamata a far parte della delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare dell’Iniziativa Centro Europea (INCE). Lo rende noto l’ufficio stampa del Pd del Friuli Venezia Giulia, precisando che la nomina è stata formalizzata con una lettera del presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico.

Continua a leggere “Pd, Debora Serracchiani entra nella delegazione INCE”

Veneto. Alta Velocità, asse Lega-Pd per il sì. M5S: è una mangeria

di Giorgio Gasco*

Lega e Cinquestelle non si “acchiappano”. A Roma sono al governo insieme, ma in Veneto restano su fronti diversi. Una ennesima dimostrazione di incompatibilità, si è avuta in Consiglio regionale dove Carroccio e Pd hanno fatto passare una mozione, presentata da un consigliere leghista, che impegna la Giunta, guidata da Luca Zaia, a farsi parte diligente nei confronti dell’esecutivo nazionale affinché venga assicurato il completamento dei lavori dell’Alta Velocità.

Continua a leggere “Veneto. Alta Velocità, asse Lega-Pd per il sì. M5S: è una mangeria”

Milleproroghe: Serracchiani, odg alla Camera per periferie FVG

(L.L.) Il Governo approvi con la massima urgenza un provvedimento finalizzato a reintegrare le risorse necessarie ad assicurare l’integrale finanziamento delle opere previste dalle convenzioni dei comuni della regione Friuli Venezia Giulia”. È il dispositivo dell’ordine del giorno presentato dai deputati del Pd Ettore Rosato e Debora Serrracchiani, dopo che la questione di fiducia posta dal Governo sul decreto Milleproroghe ha inficiato tutti gli emendamenti intesi a ripristinare i fondi da destinare al bando periferie.

Continua a leggere “Milleproroghe: Serracchiani, odg alla Camera per periferie FVG”

Regionalismo: i dem del Nord danno la sveglia ai vertici del Pd nazionale

di Giorgio Gasco*

Il Partito Democratico del Nord dà la sveglia ai vertici nazionali sul regionalismo differenziato. Tenta, così, di rimettersi in marcia il fronte settentrionale del partito, su un argomento ormai consegnato nelle mani della Lega, ma che ogni tanto torna a galla nel dibattito interno nella speranza di smuovere la struttura nazionale dem affinché ritrovi il bandolo di un progetto politico, che ancora non si vede. Continua a leggere “Regionalismo: i dem del Nord danno la sveglia ai vertici del Pd nazionale”

Dal Pd una iniziativa per tutelare le manifestazioni territoriali

Nasce in Veneto l’iniziativa del Partito democratico per tutelare le tante manifestazioni territoriali, espressione di tradizione, storia e cultura italiana. Roger De Menech, deputato bellunese e coordinatore dei parlamentari veneti del Pd, ha presentato una mozione che impegna il governo a salvaguardare la possibilità di svolgimento delle manifestazioni storiche, artistiche, culturali e agro-alimentari, così importanti per il Paese, anche prevedendo una semplificazione della normativa e delle procedure burocratiche previste, differenziando i grandi eventi dalle piccole iniziative locali. Continua a leggere “Dal Pd una iniziativa per tutelare le manifestazioni territoriali”

Veneto. Forza Italia e Pd sull’orlo della crisi senza progetto né identità

di Giorgio Gasco*

Forza Italia e Pd, due facce della stessa crisi. Non è da ieri, cioè dai ballottaggi per le elezioni amministrative 2018, che i due partiti sono accomunati dalla stessa sorte che fa ipotizzare, sullo sfondo, la dissoluzione delle rispettive esperienze politiche. Continua a leggere “Veneto. Forza Italia e Pd sull’orlo della crisi senza progetto né identità”

Martella: il Pd sull’orlo del burrone. Ora serve un congresso rifondativo

di Giorgio Gasco*

Governo di transito che porti alle elezioni, basato su centrodestra-5 Stelle. Governo di tregua con una guida indicata dal Capo dello Stato. Governo salvagente con Lega e 5Stelle. Un bel rebus per il Quirinale, al quale cercherà di dare soluzione Sergio Mattarella nei prossimi giorni. Un bel rebus anche per i partiti che, a due mesi e oltre dal voto politico, non hanno saputo concretizzare il loro tesoretto elettorale. Oggettivamente non potevano fare altro. Continua a leggere “Martella: il Pd sull’orlo del burrone. Ora serve un congresso rifondativo”