Ricci, sotto gli aculei una esplosione di simpatia

di Carlotta Fassina*

Brutta, grassotella, piccola: così si vedeva Renée, la portinaia protagonista del libro “L’eleganza del riccio”. Sotto un’apparenza rude e poco colta nascondeva tuttavia una sensibilità e un’intelligenza fini. I ricci, quelli veri, hanno sì bisogno di proteggersi con le spine dai predatori, ma non hanno complessi di sorta per il fatto di essere piccoli e dall’aspetto insolito. Non sono forse particolarmente “intelligenti”, nell’accezione probabilmente errata e certamente limitata con cui noi classifichiamo gli animali e, nel caso del libro, i mestieri “semplici” come quello del concierge. Continua a leggere “Ricci, sotto gli aculei una esplosione di simpatia”