Altopiano, assalto dei turisti. Unica assente la neve, anche se le piste hanno funzionato

Pienone ad Asiago per le feste di Natale. Il centro dell’Altopiano si è riempito di turisti che ha accolto con bancarelle legate alla tradizione, luminarie e tanta festa. Tutto esaurito per il Cenone di Capodanno in malghe, trattorie e agriturismi del territorio. Come sempre la località turistica vicentina riesce a catalizzare, grazie ad iniziative e proposte culturali o di svago moltissimi turisti.

Continua a leggere “Altopiano, assalto dei turisti. Unica assente la neve, anche se le piste hanno funzionato”

Piano strategico del turismo veneto. Innovazione, trasversalità, accoglienza diffusa: parole d’ordine per “The land of Venice”

Se la domanda turistica è in costante fibrillazione, anche la nostra offerta deve esserlo, ma continuando a far leva sugli storici fattori vincenti del turismo veneto: da una parte l’intraprendenza, la lungimiranza, il coraggio e l’umanità degli operatori, veri artefici del successo di questa che è la prima industria regionale; dall’altra la varietà e la ricchezza di proposte del territorio veneto che, non lo evidenziamo mai abbastanza, ha l’invidiabile prerogativa della sicurezza che molti competitor non hanno. Continua a leggere “Piano strategico del turismo veneto. Innovazione, trasversalità, accoglienza diffusa: parole d’ordine per “The land of Venice””

I portali ingrassano, i centri storici si svuotano e dilaga il sommerso turistico

“I portali ingrassano, a danno degli abitanti che sono costretti a lasciare i centri storici. Viene così tradita la promessa, per il turista, di vivere un’esperienza autentica”. A lanciare l’allarme, chiedendo al governo quali misure intenda adottare per arginare il problema, è il presidente di Federalberghi Veneto, Marco Michielli, intervenuto oggi a Roma alla giunta nazionale di Federalberghi, presente il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Gianmarco Centinaio. Continua a leggere “I portali ingrassano, i centri storici si svuotano e dilaga il sommerso turistico”

Alloggi in locazione turistica. Caner; “Nuove norme per disciplinare il settore, contro l’abusivismo”

Il Veneto è la prima regione turistica d’Italia con 19 milioni di arrivi e 70 milioni di presenze. In base ai dati 2017 le strutture ricettive soggette ad attività di rilevazione statistica e controllo amministrativo in Veneto sono più di 46 mila, di cui 9 mila soggette anche a classificazione: 3200 sono alberghi, 5000 le strutture complementari, 180 quelle all’aperto e oltre 900 gli agriturismi. Continua a leggere “Alloggi in locazione turistica. Caner; “Nuove norme per disciplinare il settore, contro l’abusivismo””

Stagione turistica in chiaroscuro secondo Federalberghi Fvg ma si spera ancora in settembre

(LL) – Bilancio estivo in chiaroscuro, finora, per le strutture ricettive del Friuli Venezia Giulia. Pur considerando  il periodo di Ferragosto da “tutto esaurito” ovunque, a luglio i riscontri non sono stati positivi. Continua a leggere “Stagione turistica in chiaroscuro secondo Federalberghi Fvg ma si spera ancora in settembre”

Turismo inclusivo, barche e canoe senza barriere

I ragazzi disabili delle associazioni del Distretto di Chioggia della Ulss 3 provano la canoa, salgono in una barca attrezzata per una gita in mare o in laguna, e si fanno coccolare da Sketch, un simpaticissimo cane di quattro anni. Succede anche questa estate 2018 nell’ambito del progetto regionale sul turismo e sociale inclusivo che scommette nel mare, quindi anche nelle spiagge venete, come luogo di socializzazione per tutti. Continua a leggere “Turismo inclusivo, barche e canoe senza barriere”

L’omologazione di Venezia alla peggiore terraferma. Brutture e rischi nella città dalle molte lune.

di Nelli-Elena Vanzan Marchini*

La luce di Venezia moltiplicata dall’acqua, che la percorre e la penetra, è senz’altro un patrimonio intangibile, diffuso e specifico della città anfibia.  Una costante negli scritti dei viaggiatori di ogni secolo è la sensazione di ammirato stupore prodotto dai riflessi guizzanti  dell’acqua sui palazzi che sembrano palpitare di vita. Continua a leggere “L’omologazione di Venezia alla peggiore terraferma. Brutture e rischi nella città dalle molte lune.”

Alloggi galleggianti e palafitte: il nuovo turismo in Veneto

Si potrà fare vacanza immersi nel verde, dormendo in una palafitta o facendosi cullare da un alloggio galleggiante. Proprio come avviene nei Paesi esotici o in Nord Europa. La Giunta regionale ha approvato due deliberazioni che stabiliscono i requisiti di classificazione di due nuove tipologie di strutture ricettive in ambiente naturale: gli “alloggi galleggianti” e le “palafitte”. Continua a leggere “Alloggi galleggianti e palafitte: il nuovo turismo in Veneto”

Turismo in crescita. Caner: “L’obiettivo è migliorare ancora”

“Quando si parla di turismo del Veneto è diventata un’abitudine parlare anche di record. Da una parte siamo soddisfatti e orgogliosi dei risultati che stiamo ottenendo, dall’altra siamo attenti a non considerare i primati come una normalità certa e definitivamente acquisita: il turismo non è né una scienza esatta né un’idea codificata, è un insieme di molte componenti, costantemente esposto ai mutamenti sociali ed economici, alle politiche internazionali, alla moda, alle condizioni meteo…

Continua a leggere “Turismo in crescita. Caner: “L’obiettivo è migliorare ancora””

Boom di turisti, Pasqua e Pasquetta col pienone

Pasqua 2018: per Federalberghi Veneto un bilancio positivo, dalla montagna al mare, dalle città d’arte alle terme, al lago di Garda.

L’occupazione media delle camere negli hotel di tutte le destinazioni è stata dell’85% circa, con punte del 100% alle terme di Abano-Montegrotto. Tra le città d’arte, Venezia e Verona sono state letteralmente prese d’assalto, con il trasporto lagunare messo a dura prova da una folla colossale di turisti, le autostrade verso le spiagge e la montagna intasate per l’esodo della Pasquetta, e i parcheggi pieni nelle città d’arte.

“è andata bene, anche se come spesso ultimamente assistiamo sempre più a un turismo di quantità che di qualità – commenta il presidente regionale di Confturismo e di Federalberghi Veneto Marco Michielli – L’immagine dei turisti che ieri ballavano nudi a un passo da Rialto la dice lunga. Per non parlare di quelli assiepati lungo le rive dei canali o sulla scalinata della stazione di Santa Lucia, tutti a banchettare allegramente spargendo rifiuti”.

“Tornando a più edificanti argomenti, le Dolomiti venete hanno regalato due intere giornate di splendido sole e la neve caduta in montagna ha favorito l’arrivo di molti turisti, con Cortina che si conferma regina, e che avrà le piste aperte fino a maggio – prosegue Michielli – In barba ai meteo-terroristi che avevano annunciato acqua alta a Venezia e pioggia in altre località, il bel tempo ha fatto registrare il sold out in tutte le località, spiagge comprese, con Jesolo che ha visto aperti 78 hotel, Sottomarina e Chioggia al completo”.

Secondo uno studio di Federalberghi, la spesa media pro-capite dei turisti è stata di circa 350 euro e, come sottolinea il presidente di Federalberghi Veneto, circa il 60% ha prenotato la stanza rivolgendosi direttamente alla struttura. “è il primo segnale che la tendenza si sta invertendo – conclude Michielli – I consumatori stanno finalmente capendo che la prenotazione diretta nei siti degli alberghi, o via telefono, è più conveniente rispetto a quella fatta nei grandi portali”.